Seregno-Carate. L’ultima corsa del tram, 35 anni fa

di Gigi Baj da il Giorno del 25/04

ESATTAMENTE 35 anni fa l’ultima corsa che ha segnato la fine dello storico tram tra Seregno e Carate che per quasi un secolo aveva garantito il trasporto su rotaia non solo tra le due cittadine brianzole ma anche il collegamento con Milano e i paesi dell’hinterland. Era il 25 aprile del 1979 quando il tram brianzolo fu mandato definitivamente in pensione (a causa degli elvati costi di esercizio!) ridimensionando il suo tracciato da Milano a Desio escludendo quindi Seregno e Carate dopo che nel 1959 era già stata soppressa la tratta che collegava Seregno e Giussano. Sino al 1982 l’Atm (viste anche le proteste dei pendolari) garantì un servizio sostitutivo con autobus. Un anniversario che gli anziani non dimenticano: «Si è voluto togliere il tram - hanno affermato Franco Dell’Orto e Enrico Vismara di Seregno e Gianni Spinelli di Carate che usavano la tramvia per recarsi al lavoro - preferendo un servizio di trasporto su gomma che alla fine non si è certo rivelato migliore. La tranvia era comodissima e soprattutto ecologica. Gli autobus inquinano e devono fare i conti con il traffico». Nei giorni scorsi il duo Viganò Brothers ha inciso anche la canzone «Ul Carletu tranvier» (testi di Mario Galimberti) che ricorda proprio l’ultima corsa effettuata dal tram condotto dallo storico manovratore. Progettata nel 1878 dalla Società Anonima Nazionale la tramvia Milano-Desio-Seregno fu inaugurata il 29 settembre 1881 e cinque anni dopo fu allungata sino a Carate. «In quegli anni il tram viaggiava con motrici a vapore - ha ricordato Mario Molteni - e i tramvieri, nelle giornate di nebbia fitta, precedevano il convoglio con bandierine e lanterne per segnalarne l’arrivo. Nel 1936 fu completata l’elettrificazione dell’intera linea».

PER MOLTI decenni la tratta Seregno-Carate è stata utilizzata dai numerosissimi studenti e lavoratori che ogni giorno raggiungevano le grandi fabbriche (Falk, Breda, Pirelli, Magneti Marelli). Negli anni Sessanta l’Atm presentò anche un progetto per trasformare le ormai anacronistiche tramvie extraurbane in moderne metropolitane leggere. Non se ne fece nulla e nel 1979 per i binari che attraversavano la Brianza inizò l’inesorabile smantellamento nonostante le proteste degli abitanti e dei comuni interessati. A distanza di 35 anni il sistema di trasporto su rotaia pare abbia riacquistato credibilità. È infatti ormai in dirittura di arrivo il progetto per la riqualificazione della Milano-Desio-Seregno che avrà un nuovo e ben più snello tracciato di circa 15 chilometri con venticinque fermate.

Commenti

La tratta Desio-Carate fu soppressa dal 25-4-1982, non 1979.

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »