Monza - Alla viglia dell'approvazione del bilancio, Sias mette in malattia il direttore amministrativo

di Pier Attilio Trivulzio

Da una decina di giorni circola con insistenza in Aci la voce che Andrea Dell'Orto, presidente della società di gestione dell'Autodromo Nazionale di Monza e il suo braccio destro, il procuratore Francesco Ferri, hanno “messo in malattia” il direttore amministrativo e finanziario Francesco Ippolito arrivato in Sias a maggio dello scorso anno con un contratto a termine che sarebbe scaduto dopo l'approvazione del bilancio 2015.
Bilancio che, secondo le previsioni del piano industriale elaborato dalla Innext srl di Francesco Ferri, avrebbe dovuto chiudere con un utile di 80mila euro nel 2015 e di 1,6 milioni euro nel 2016.
La domanda che adesso i dirigenti di ACI si pongono é: “Se hanno messo in malattia il direttore amministrativo, il bilancio di Sias chi lo prepara?”.

Secondo i dati presentati a settembre dal direttore amministrativo e finanziario, il primo Gran premio d'Italia organizzato dalla gestione Ferri-Dell'Orto, a dispetto del record di 160mila presenze dichiarate, presentava una perdita di 1,6 milioni di euro.
Francesco Ippolito, un curriculum di tutto rispetto - ha collaborato con Enrico Bondi nel risanamento del Gruppo Parmalat e con Franco Tatò in Tecnosistemi ed è stato commissario giudiziale per il Tribunale di Torino - si era presentato in Consiglio facendo una radiografia impietosa dello stato di salute di Sias.

Stato di salute aggravatosi di giorno in giorno e appesantito da costosi contratti di consulenza e collaborazione, da fallimentari manifestazioni motoristiche come la dieci giorni Biker Fest che ha chiuso con una perdita di 50mila euro, da operazioni come il “Tempio della Velocità”, mostra allestita dentro all'ex museo, curata dalla Koan Multimedia (sponsorizzata tra gli altri dalla Dall'Orto SpA e non ancora pagata) che di fatto si è rivelata un flop clamoroso.
Per non parlare dell'operazione Expo 2015 che ha utilizzato consulenti per 50mila euro di contratti complessivi, dirottando ben pochi visitari di Expo sull’autodromo monzese.

A un mese e mezzo dalla data di preparazione dei bilanci, se Francesco Ippolito non verrà richiamato dopo la sua forzata malattia a redigere il resoconto finanziario della stagione 2015 chi lo farà?
Il presidente di ACM, Ivan Capelli riuscirà a breve a programmare un Cda che sfiduci Andrea Dell'Orto e Francesco Ferri come chiede l'ACI? 
Se lo facesse ed avesse subito persone fidate da portare in Sias potrebbe usare i 60 giorni di tempo oltre il 30 aprile che la legge gli consente per l’approvazione del bilancio.

Dell'Orto ha, però, intenzione di restare in sella, come ribadito ieri in una intervista rilasciata al Corriere della sera. “Non ho alcuna intenzione di andarmene. Io non mi dimetto”.

Tocca al Consiglio del socio di maggioranza l'ACM sfiduciare presidente e procuratore.
Angelo Sticchi Damiani non può fare nulla, da presidente dell'ACI avrebbe soltanto l'arma del commissariamento dell' ACM.
Arma che difficilmente può usare perché incombono i preparativi per organizzare a settembre il Gran Premio d'Italia 2016. L’ultimo che siamo sicuri che si correrà a Monza.

Una corsa automobilistica che secondo la Camera di Commercio di Monza e Brianzamuove 110 milioni di euro di cui 31 milioni di indotto diretto e benefici per 17 milioni per le imprese della Brianza legati alla pubblicità indiretta e alla comunicazione annessa alla trasmissione dell'evento nel mondo”.
Peccato che nonostante questo Sias non abbia attualmente in cassa una provvista certa per pagare Bernie Ecclestone e debba ricorrere ai finanziamenti delle banche.

  • Relativamente alla conferenza stampa di presentazione del piano industriale (31 marzo 2015), cui abbiamo scritto nel recente articolo, il costo – sembra - di 30 mila euro non era riferito solo ai gadget distribuiti ma anche alle due Ferrari prestate da Puresport per ospitare i giornalisti nell'emozionante tour in pista.

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »