Porcellum incostituzionale, il voto non è "libero"

Dario Pirola chiede: "Perchè queste elezioni sono anticostituzionali?  E se sono anticostituzionali, perchè il Capo dello Stato le ha avallate?  Vorrei una risposta precisa, con la citazione di quali articoli della nostra Carta sono stati violati".  La mia risposta è la seguente. L’art. 48 della Costituzione italiana recita: “Il voto è personale ed eguale, libero e segreto”. La legge elettorale vigente è a mio avviso incostituzionale perché non rispetta il principio della libertà di voto negando di fatto ai cittadini la possibilità di eleggere, votandoli, i candidati dai quali si sentono rappresentati. Con questa legge le elezioni sono inutili dal momento che, dopo la presentazione delle liste, tutti sono già a conoscenza dei nomi dei sicuri eletti che entreranno in Parlamento (i giornali, infatti, li hanno già pubblicati). E’ pertanto evidente che in questo modo viene impedito al cittadino di esercitare in piena libertà il suo diritto di voto, riducendo l’elezione a un plebiscito a favore di questo o quel partito, violando così lo spirito e la lettera della Costituzione. Perché il Capo dello Stato ha avvallato il Procellum? Non lo so, forse perché in Italia ci sono due costituzioni: una scritta e una materiale, e la seconda è quella che i partiti-padroni decidono di applicare sempre sulla base dei loro interessi che quasi mai coincidono con quelli dei cittadini elettori.

ForumMonza: 

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »