Lissone - Campagna «no slot», 550 firme contro il gioco azzardo

di Fabio Luongo da il Giorno

OLTRE 550 FIRME di lissonesi per chiedere nuove e più stringenti regole per controllare il gioco d’azzardo e tutto quel che vi gira attorno, così da poter meglio combattere le ludopatie e tutelare la salute di adulti e ragazzi. Si è chiusa nel week-end in città la raccolta di firme in calce alla proposta di legge di iniziativa popolare per la regolamentazione del gioco d’azzardo, di cui proprio il Comune di Lissone - fortemente impegnato sul fronte «no slot» con diverse iniziative - è uno dei promotori. Le adesioni al documento raccolte nel giro di 4 mesi circa sono state esattamente 554, una cifra che ha superato il tetto che l’Amministrazione comunale si era inizialmente prefissa come obiettivo, ossia 500 sottoscrizioni. Già nei prossimi giorni le firme dei lissonesi verranno inviate ai coordinatori nazionali della campagna, e assieme alle altre messe insieme un po’ in tutta Italia saranno simbolicamente consegnate alla Presidente della Camera, Laura Boldrini, domenica 30 a Milano, negli stand della Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili «Fa’ la cosa giusta». La proposta di legge invoca la concessione di maggiori poteri ai sindaci per combattere la diffusione di slot machine, videopoker e del gioco d’azzardo patologico, nonché per contrastare il gioco illegale e le infiltrazioni mafiose nel settore.
Solo nell’ultimo anno in Brianza le persone in cura attraverso l’Asl per ludopatie sono state 148.

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »