Seregno - Il sindaco Giacinto Mariani a processo per appropriazione indebita

Il candidato della Lega Nord alle Europee è sostenuto dall’onda calabra

di Qiao Liang e Wang Xiangsui

Lunedì 19 maggio, Giacinto Mariani è comparso davanti al Gup (giudice dell’udienza preliminare) per rispondere del reato di appropriazione indebita “perché, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, al fine procurarsi un ingiusto profitto, si appropriava di somme di denaro di proprietà del Condominio di via Pontaccio in Milano, per un totale di € 45.848,45 di cui aveva il possesso in quanto amministratore del medesimo. Con l’aggravante di aver commesso il fatto con abuso di prestazione d’opera. In Milano accertato il 20.01.2010” . Tutto questo secondo il capo di imputazione contestatogli dal sostituto Procuratore del Tribunale di Milano, il dott. Isidoro Palma (vedi documento sotto).

In pratica l’amministratore di condominio Giacinto Mariani avrebbe sottratto 46mila euro dalla casse del condominio che amministrava.

L’appropriazione indebita, reato da colletto bianco, ha una stretta correlazione con il furto da cui si distingue: nel primo caso il reo si appropria di un bene non suo che gli è stato dato in consegna, nel caso del furto si impossessa di un bene in possesso di altri.

L’aggravante richiesta dal sostituto Procuratore secondo l’articolo 61, n. 11 c.p. “punisce la maggiore pericolosità ed antisocialità che il colpevole dimostra approfittando della particolare fiducia che il soggetto passivo ripone in lui” e configura un reato su cui si procede d’ufficio e non solo su richiesta della parte offesa, in questo caso i condomini che già in sede civile avrebbero fatto valere le loro ragioni.

Il reato è punito, salvo aggravanti, con un massimo di tre anni di reclusione e un’ammenda di € 1.032.

Se sarà condannato, il sindaco di Seregno non rientrerebbe nei limiti previsti dalla Legge Severino sull’incandidadibilità e sulla decadenza dei condannati dalle cariche pubbliche ricoperte (in questo caso in Comune o al Parlamento Europeope pe ril quale concorre con la Lega Nord).

Per questa sera è convocato il consiglio comunale di Seregno.

Secondo indiscrezioni, parte dell’opposizione sarebbe pronta a chiedere le dimissioni del sindaco evitando in questo modo alla città lo smacco di avere un primo cittadino con "la patente di ladro”, certificata da una sentenza di Tribunale.

Ci sarebbe anche una forte irritazione perché quest’anno, proprio in consiglio comunale, Giacinto Mariani aveva sostenuto di aver chiesto in Procura notizie circa l'esistenza di indagini sul suo conto ( attestazione ex art. 355 c.p.p), ricevendo dall'autorità giudiziaria risposta negativa.

In realtà, a quanto emerge da una lettura delle carte (vedi sotto), Giacinto Mariani è sotto inchiesta per questo procedimento penale dall’agosto del 2010 ed è stato interrogato dagli inquirenti il 25 ottobre 2013. Fatto, quest’ultimo, che evidentemente non gli deve essere sfuggito e senza neppure la necessità di richiedere un certificato in Procura.

In attesa di risolvere la sua posizione giudiziaria, Giacinto Mariani ha continuato comunque la sua campagna elettorale in vista del voto di domenica.

Perso il sostegno della parte storica della sezione della Lega Nord di Seregno, il suo comitato elettorale è diretto da Alessandro Boneschi (presidente di Gelsia Ambiente) e sostenuto da Alberto Peruffo (consigliere di Gelsia) e Marco Pellegrini (consigliere di Gelsia Ambiente). I consigli di amministrazione delle municipalizzate vanno in scadenza a giugno e il sindaco di Seregno dovrà in questo periodo fare le nuove nomine per i cda del gruppo AEB-Gelsia. 

A sostegno della candidatura di Giacinto Mariani si è mobilitato anche il consigliere comunale Pantaleone Servidio.

Servidio, appartenente alla corrente guidata da Attilio Gavazzi, aveva costituito con Maria Teresa Viganò, e in polemica con il resto del PDL seregnese, il  gruppo consiliare degli Apoti.

A seguito dell’inchiesta del 2013 che vede tra gli imputati Attilio Gavazzi (il processo per corruzione all’ex vicesindaco inizierà il 19 giugno a Monza), Servidio si è bruscamente allontanato dal suo mentore per cercare un precipitoso ritorno in seno al Popolo delle Libertà.
I due - Servidio e Gavazzi - pare non si rivolgano neanche più la parola da un anno a questa parte.

Adesso Pantaleone Servidio galleggia in orbita PDL facendo gruppo consiliare a sé (Indipendente del Popolo della Libertà) e sostiene alle Europee Giacinto Mariani.

Incontrato davanti al comitato elettorale di Mariani, Servidio (vedi foto)  ha voluto esplicitare il suo sostegno al sindaco di Seregno con queste parole: “Scriva pure che Servidio sostiene Giacinto Mariani. I calabresi e anche i siciliani sono tutti con lui. Sant’Agata d’Esaro (esiste a Seregno una numerosa comunità proveniente dal paese cosentino NdR) voterà Mariani”.

Al di là delle dichiarazioni di voto di Servidio, la candidatura di Giacinto Mariani potrebbe intercettare il voto anche di altri calabresi.

Non è forse un caso che una parte dello spot elettorale di Giacinto Mariani  sia stato girato nel bar-panetteria della famiglia Tripodi.

Il panettiere Antonino Tripodi è stato arrestato nel 2010 nell’ambito dell’Inchiesta Infinito sulla ‘ndrangheta in Brianza.
Considerato dagli inquirenti affiliato alla locale della ‘ndrangheta di Desio, Antonino Tripodi è stato condannato a cinque anni di reclusione.

Nell’ordinanza di custodia cautelare dell’inchiesta Tibet di quest’anno che ha individuato in Giuseppe Pensabene il nuovo reggente della locale di Desio, i nomi della famiglia Tripodi, di Antonino Tripodi e della sorella Isabella compaiono in un passaggio significativo.

Scrivono gli inquirenti:
Ulteriori elementi rivelatori dello “spessore” criminale di GIORDANO Fausto derivano dai suoi contatti con alcuni altri pregiudicati calabresi già emersi nell’ambito dell’indagine “Infinito”, e ritenuti vicini alle locali della ‘ndrangheta di Seveso e di Desio (MB), quali ALAMPI Giuseppe e TRIPODI Antonino .

Con riferimento a TRIPODI Antonino alias “Nino”, detenuto in forza del provvedimento restrittivo emesso nel procedimento penale “Infinito”, alle ore 15.45 del 22.07.2011, GIORDANO Fausto veniva chiamato da TRIPODI Isabella alias “Isa”, sorella di TRIPODI Antonino, che utilizzava la scheda cellulare n. xxx, che gli faceva gli auguri di compleanno. GIORDANO manifestava il suo “rispetto” verso la famiglia TRIPODI, chiedendole informazioni sullo stato giudiziario del fratello TRIPODI Antonino”.

Isabella Tripodi (una delle danzatrice dello spot elettorale del sindaco di Seregno) compare anche nel consiglio di amministrazione dell’immobiliare Metro Quadro srl.
Secondo gli inquirenti la società era di fatto riconducibile a Fausto Giordano e da questi messa a disposizione di Giuseppe Pensabene.
Giuseppe Pensabene e Fausto Giordano sono stati arrestati a marzo di quest’anno. Sono imputati ai sensi dell’art. 416-bis di associazione mafiosa oltre ad altri reati tra cui usura e riciclaggio.

Riuscirà e basterà questa happy Seregno-”onda calabra” allestita da Giacinto Mariani a trascinare l’amministratore di condominio (sotto processo) e sindaco di Seregno fino al Parlamento europeo?
Domenica la sentenza delle urne, lunedì 16 giugno la sentenza del Tribunale di Milano.
 

Giacinto Mariani rinvio a giudizio

Commenti

Siamo oltre ogni limite di decenza. Credevo impossibile sporcare in questo modo la politica locale e i cittadini tutti. Questi personaggi ci sono riusciti. Non ci sono altre parole, per ora.

GIACINTO MARIANI E' LA VERGOGNA DI TUTTA LA BRIANZA. FAI SCHIFO!

ma cosa dice il Sig. Pirola e il suo bel sito???? continueranno a fare i leccapiedi del Sig. Giacinto Mariani, nascondendo tutto?

Lui non sa mai niente. BUGIARDO.

Questa sera si doveva tenere il Consiglio Comunale sulla questione Tasi. Non essendo ancora definita a livello governativo mancavano gli elementi per deliberare. Dunque il punto relativo veniva depennato dall'odg. Normalmente, in queste circostanze, viene convocata la Conferenza dei Capigruppo per decidere una variazione nell'ordine dei lavori. Invece, in questo caso, il Consiglio Comunale è stato annullato per decisione del Presidente Graziano. Decisione che è apparsa subito strana ma che, alla luce dei fatti successivi, risulta del tutto coerente con l'impedirne una sicura discussione in Consiglio Comunale.
Rifondazione Comunista - Seregno

BENE BRAVI BIS!! L'UNICA MOTIVAZIONE E' CHE VOLETE METTERE A TACERE QUEST'ENNESIMA TEGOLA CHE SI ABBATTE SUL NOSTRO COMUNE E SUL SIG. SINDACO INDAGATO, GIACINTO MARIANI . #COMPLICI

Ho sempre votato destra, ma questo "sindaco" e gli omini che lo sostengono mi hanno fatto vergognare di come ho votato. Foera di ball!

Poverino Giacinto (detto Tatone) ... ma guardate che lui non sa niente e poi sono sempre tutti contro di lui! eheheheheh

Complimenti a quei geni che lo hanno candidato!! Se nel loro Partito non c'era niente di meglio, vuol dire che sono proprio messi male!

ovviamente, se i dirigenti del Partito fanno scappare quelli onesti, devono arrangiarsi con quello che resta. Spero solo che i cittadini diano un risultato perentorio domenica prossima ... la speranza è l'ultima a morire ma moltissima gente, anche prima di andare a votare, non si informa in merito a chi sta votando ... purtroppo è così, non so, forse è proprio una caratteristica degli italiani ... alla maggior parte piace farsi fregare ... mah

è inutile che il sig. mariani continui a dire che è un complotto. c'è un atto di un magistrato a fronte di un reato penale. le balle vada a raccontarle alle riunioni del suo partito. non ai cittadini.

Finalmente!! Tutti i nodi vengono al pettine....
Caro sindaco, questo è solo l'inizio! Ti auguro solo che piano piano vengano fuori tutte le porcate che hai fatto!

un'altra vergogna è il fatto che il giornale di SEREGNO (ripeto: il giornale di SEREGNO), a tutt'oggi non abbia ancora pubblicato sul proprio sito internet la notizia. ne sono passate diverse, tranne quella di giacinto mariani sotto processo.
BELLA ROBA PER UN GIORNALE CHE PORTA IL NOME DELLA CITTA.
COMPLIMENTI ALLA DIRETTRICE.

ci sarà qualche notizia altrettanto importante, che so uno scippo, un incidente stradale o una lotteria parrocchiale cui dare il giusto risalto

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »