Seregno - «Attacco sospetto prima del voto. Sono già stato assolto dall’accusa»

di Laura Ballabio da il Giorno

VELENI elettorali alla vigilia delle elezioni europee. A Seregno si scatena la bagarre su Giacinto Mariani, il sindaco leghista candidato per un posto al Parlamento di Bruxelles. A creare il polverone è stato l’articolo pubblicato su un sito di informazione locale che svela, a pochi giorni dal voto, grane giudiziarie a livello professionale per Mariani.

IL SINDACO di Seregno si occupa, tra le sue attività, di amministrare degli immobili a Milano. Nel 2010, con uno stabile di via Pontaccio a Milano, dopo la fine del rapporto di lavoro è nato un contenzioso civile relativo alle spese pari a 46mila euro sfociato in una causa che si è risolta il 5 novembre del 2013. Con riferimento alla notizia del rinvio a giudizio per una presunta appropriazione indebita commessa ai danni di un condominio da lui amministrato, il sindaco di Seregno Giacinto Mariani precisa «che la sentenza pronunciata dal Tribunale di Milano in data 5 novembre 2013, nella causa civile promossa dal condominio nei miei confronti, ha sancito in modo inequivocabile quanto segue: “Nessun importo è uscito dalle casse condominiali per finalità diverse da quelle istituzionali”. Pertanto la suddetta sentenza riconosce e certifica che il sottoscritto non si è mai e in alcun modo appropriato di un solo euro appartenente alle casse condominiali». Sempre per la stessa questione giudiziaria, oltre all’azione legale promossa dallo stabile milanese, una residente, che nella vita è un avvocato, ha sporto una querela di parte per appropriazione indebita, intentando così, un procedimento in sede penale. Lunedì doveva esserci l’udienza ma per un errore di notifiche da parte della cancelleria del Tribunale, il procedimento non si è svolto ed è stato rimandato al 16 giugno.

«QUALCUNO non ha digerito il mio impegno per evitare manovre speculative nella città di Seregno». Così risponde Giacinto Mariani alle accuse riportate nell’articolo. «La vicenda appare clamorosamente sospetta considerando il tempismo. Una notizia che risale ad anni fa viene strumentalizzata proprio in queste ore precedenti all’apertura delle urne. A ognuno la possibilità di dare il proprio giudizio. Resto convinto che molte cattiverie nei miei confronti derivino da chi non ha digerito il mio lavoro per Seregno». Mariani si conferma pronto per questi ultimi giorni di campagna elettorale: «Sono altrettanto convinto che gli elettori che già mi hanno sostenuto per ben due volte come sindaco di Seregno premieranno ancora una volta il mio impegno».

Commenti

tranne che sua.
è la mafia che vuole farmi fuori.
è la ndrangheta che vuole farmi fuori.
sono i costruttori che vogliono farmi fuori.
sono i nemici politici che vogliono farmi fuori.
la colpa come sempre è di tutti i complottisti.
tranne che sua, nonostante carte e inchieste alla mano, ci sia poco da rigirare la frittata.
un uomo senza piu alcuna dignità, allo sbando e ainoi, purtroppo ancora alla guida di questa citta.

ma che stavolta lo condannino realmente e penalmente il Giacinto Mariani

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »