Cesano Maderno - Appello del presidente. La Lega esce

di Gabriele Bassani da il Giorno

APPELLO dopo le interrogazioni in consiglio comunale, la Lega sceglie di uscire dall’aula, dopo avere inoltrato i documenti al prefetto e alla Procura della Repubblica. La questione dell’appello durante il consiglio comunale che escluderebbe di fatto le interrogazioni (che a Cesano vengono discusse nella prima ora di seduta ma prima della formalizzazione di presenti e assenti) si trascina da qualche settimana, sollevata per la prima volta in aula dal consigliere Luca Bonfanti della Lega Nord e ora i consiglieri del Carroccio hanno deciso di salire sulle barricate fino a quando non verrà corretto quella che, secondo loro, è un errore tecnico in grado anche di pregiudicare la legittimità degli atti. «È stata la stessa Anci, associazione nazionale dei Comuni italiani, rispondendo ad un quesito specifico sulla vicenda, ad ipotizzare anche un’eventuale ipotesi di reato di falsità ideologica», dice il consigliere Bonfanti, richiamando la risposta che Anci ha formulato il 28 maggio scorso. Qualche giorno prima era partita la segnalazione di quanto accaduto indirizzata al prefetto e alla Procura. Un primo riscontro è giunto dalla Prefettura di Monza e Brianza con la richiesta di controdeduzioni inviata al sindaco di Cesano Maderno, mentre il 4 luglio scorso il viceprefetto vicario Giulia D’Onofrio, scriveva al consigliere Bonfanti per informarlo che «non sono ancora pervenute le controdeduzioni del sindaco di Cesano Maderno, richieste l’11 giugno scorso, sull’esposto pervenuto il 27 maggio 2014. Nel sollecitare la risposta del sindaco, si è provveduto anche a rappresentare che il 23 giugno è pervenuta richiesta di notizie in merito anche da parte del Ministero dell’Interno al quale l’esposto era stato inoltrato». Insomma, la questione si fa complicata e a questo punto si attende una presa di posizione dell’Amministrazione comunale.

«IO MI SENTO tranquillo e credo che non ci siano problemi di legittimità», replica il presidente del consiglio comunale, Maurilio Longhin, principale destinatario delle critiche mosse dai consiglieri leghisti. «Come già detto in aula, credo che ci siano cose molto più importanti di cui occuparsi per i cittadini di Cesano che non dell’appello in consiglio comunale, ritengo queste delle polemiche strumentali».

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »