Vimercate - Casette dell’acqua abbandonate. La manutenzione è troppo costosa

di Antonio Caccamo da il Giorno

COSTRUITE e abbandonate. Le case dell’acqua potrebbero scomparire, troppo costosa la gestione. E così i distributori di acqua e latte a prezzi popolari di via Carnia (piazza Marconi) e via Bice Cremagnani (che eroga anche detersivi) rischiano la chiusura. A sollevare il problema, raccogliendo le segnalazioni dei cittadini, è stato Francesco Sartini, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle. Il Comune conferma «la situazione di abbandono». Ricorda che le due casette sono stare costruite con la collaborazione di privati. Nel caso di via Cremagnani il progetto vede insieme Comune, Cem Ambiente e Fondazione Idra. A decretare il fallimento dei distributori fai da te, negli ultimi anni installati a decine nei comuni della Brianza, hanno contribuito ragioni di natura economica e i numerosi atti di vandalismo di cui sono oggetto.

IL COMUNE si dice impossibilitato a subentrare nella gestione e sta cercando altri partner. Brianzacque, società partecipata, sarebbe d’accordo a riattivare la casa dell’acqua, ma solo una volta calcolati costi e sostenibiltà.

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »