Meda: nessuna trasparenza sull'urbanistica e controllo di tutte le commissioni


A Meda, l'autoritarismo della giunta di Caimi, con l'appoggio diretto del Presidente del Consiglio Molteni (Ncd), vuole mettere sotto controllo del PD (e dell'esecutivo) l'operare di tutte le commissioni, anche per evitare di relazionare e di discutere su quanto sta succedendo sugli ambiti di trasformazione, dove sono stati avviati gli iter per alcuni piani attuativi, in applicazione al PGT (approvato dal PD) della passata giunta della Lega, e quindi fuori dalla variante del Pgt. E l'obiettivo dichiarato di fermare il consumo di suolo ?

Vedi i dettagli qui: http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2015/01/commissione-regolamento-e-statuto-le.html
e anche qui:http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2015/02/ambiti-di-trasformazione-parte-l-ac4.html

Commenti

La giunta nata dall'inciucio familiare Santambrogio, naufraga nel mare del potere e imbarca il collettore di indennità Molteni. E pensare che questi una volta mi dicevano: noi siamo democratici e vogliamo fare un PD forte, un partito della nuova sinistra e tu invece....accomodati.Colombo coraggio. Ormai tra poco se ne andranno, non rimpianti da nessuno del mio "PidDi" e lasciando, purtroppo, brutti ricordi a tutta Meda.

Ho la convinzione che, oltre a non essere democratico l'atteggiamento di chi dice di esser il Partito Democratico, il voto per le cariche della commissione regolamenti e statuto non sia neanche legittimo. Credo che parte del testo dello Statuto e del primo regolamento per il funzionamento del consiglio comunale (proprio quello incriminato) lo avessimo scritto io e Furio Cecchetti qualche migliaio di anni fa, proprio per garantire la democrazia e quello che ancora oggi è vigente dice:

Statuto/ Articolo 17 – Commissioni Consiliari permanenti

1. Il Consiglio comunale si articola in commissioni consiliari permanenti, costituite da consiglieri comunali con criterio proporzionale.

Regolamento Art. 18 – Commissione Regolamenti e Statuto

1. E’ istituita una commissione consiliare per l’esame dei regolamenti e dello Statuto, composta (****quindi, qui si dice quanti sono i componenti***) da un rappresentante per ogni gruppo consiliare, con diritto di voto (***che è un'altra cosa***) di rappresentanza pari al numero dei Consiglieri componenti il gruppo rappresentato.

5. Le sedute delle Commissioni permanenti (***che sono quelle consiliari art. 17 statuto, per distinguerle da quelle speciali, art. 18 statuto***) sono valide con la presenza della maggioranza assoluta dei componenti.

Che essendo la commissione composta da 7 consiglierii per potere essere legalmente costituita doveva vedere la presenza di 4 componenti e, invece, al primo voto ce ne erano solo 2. Ed al secondo 3, ma in entrambi i casi mancava il numero legale. E quindi la votazione che ha portato all'elezione di Daelli sembrerebbe illegittima.

Anche in nell'occasione tragica che ha colpito una cittadina di Meda, Caimi non ha esitato a mettersi in mostra dicendo peraltro con le parole sue, e quindi sempre precarie e limitate, di non sapere niente e di non potere dire niente e per questo...era lì per dirle. Quanto costa il cioccolato Caimi?

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »