Lombardia - Tangenti nella Sanità «Da Guarischi favori e regali a Formigoni»

di Luigi Ferrarella da il Corriere della sera

«Il condizionamento illecito dei vertici della Regione è avvenuto solo a fronte della dazione, o quantomeno della promessa, di un ritorno economico che Massimo Gianluca Guarischi era perfettamente in grado di soddisfare»: così i giudici della IV sezione (presidente Oscar Magi) argomentano la condanna a 5 anni di Guarischi, ottenuta in primo grado dai pm Claudio Gittardi e Antonio D’Alessio, come intermediario di tangenti nella sanità lombarda.

Per il Tribunale «risulta accertato che Formigoni» (al momento indagato per corruzione e turbativa d’asta con l’ex assessore alla Sanità Luciano Bresciani) «ha tratto dal rapporto con Guarischi sicuri vantaggi e utilità personali che hanno comportato per quest’ultimo esborsi economici non irrisori». Tra essi, le motivazioni della condanna di Guarischi elencano «viaggi» organizzati «tra giugno 2009 e marzo 2013, nei quali Guarischi risulta essersi accollato la spesa nella totalità o per una quota sproporzionata rispetto a numero dei partecipanti», senza che risulti «dimostrato» che le somme pagate da Guarischi (ex consigliere regionale) fossero «mera anticipazione» di denaro restituito poi da Formigoni. Oltre a «numerosi ristoranti, e cassette di vino e champagne», ci sono poi i «regali che nel 2009 e nel 2010, per Natale, Guarischi chiede» all’imprenditore sanitario Giuseppe Lo Presti «di fare a Formigoni». Il quale protesta: «Sono fantasie degne dei racconti di “Mille e una notte”. Curioso si continui a parlare di me, estraneo a questo processo».

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »