Meda: le valutazioni di Sinistra e Ambiente e del geologo Gianni Del Pero sul progetto per i lavori di manutenzione sul Tarò

Meda: le valutazioni di Sinistra e Ambiente e del geologo Gianni Del Pero a proposito dei lavori di manutenzione e ripristino idrico per il Tarò e la sponda avviati con l'approvazione di un progetto fatto "di fretta" in soli 5 giorni.
Un progetto validato anche dallo stesso progettista.
Vedi dettagli su: http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2015/10/a-proposito-dei-lavori-di-manutenzione.html

Commenti

Nel nostro comune, come ovviamente in tutti gli altri, ad ogni tornata elettorale ci si prepara con la scelta di candidati nuovi o collaudati e ogni lista ha il suo da fare con un gran lavoro di mediazione o molto altro - è inutile dilungarsi - poi chi va all'amministrazione se non è PIU' che capace- competente-preparato-non allocco perché messo lì per caso............ è alla merce di una dirigenza tecnica inamovibile-immarcescibile-potente perché ha nei cassetti TUTTO ciò che hanno fatto le precedenti amministrazioni e i precedenti assessori , tutte le loro inadempienze e i loro pasticci,- detto molto crudamente, "ricattabili" dal punto di vista del loro impegno e immagine politica - questo è ciò che esiste e succede anche a Meda da lungo tempo..........
Domanda: chi ha il "coraggio e la volontà" di scoperchiare il pentolone maleodorante??
Poteva, dopo vent'anni di amministrazioni di destra, farlo il PD medese - ma a tutt'oggi è una vera delusione - un partito diviso, una dirigenza arroccata e litigiosa, un sindaco "scelto per caso" che fluttua come un barchetta in mezzo al mare in burrasca...............

Prima di entrare nel merito della vicenda bisognerebbe leggere gli atti. 
Il problema è che il comune di Meda pubblica nell'Albo Pretorio Online la determina n° 1029 "INTERVENTI DI RIPRISTINO DELLA FUNZIONALITA' IDRAULICA E AMBIENTALE DI CUI ALLEGATO E) DEL PIANO DEGLI INTERVENTI URGENTI DI PROTEZIONE CIVILE IN CONSEGUENZA DELLE ECCEZIONALI AVVERSITÀ ATMOSFERICHE VERIFICATESI DAL 7 LUGLIO AL 31 AGOSTO NEL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA. DETERMINA A CONTRATTARE AI SENSI DELL'ART.192 DEL D. LGS. 267/2000. CUP"
 
senza pubblicare l'allegato E) di cui si fa riferimento espicitamente anche nel titolo della determina http://dgegovpa.it/Meda/albo/dati/2015IGT0101D.PDF

Si può fare?
No, perché "La pubblicità degli atti delle Pubbliche Amministrazioni è volta a garantire la conoscenza legale nei confronti della generalità dei cittadini, in virtù dei principi di imparzialità e buon andamento della PA (art. 97, comma 1, Cost.) nonché del principio di trasparenza fissato dalla legge 241/1990. Dunque, la mancata pubblicazione degli allegati, violerebbe i principi summenzionati e non sarebbe rispettosa. Inoltre, i cittadini non avrebbero la possibilità di ottenere la piena contezza del provvedimento, venendo estromessi dalla facoltà di avanzare eventuali opposizioni".

vedi 
http://formiur.formez.it/content/albo-pretorio-online-pubblicazione-alle...

Se gli atti non vengono pubblicati nella loro interezza (tanto più sull' Albo Pretorio Online che è l'unico ufficiale e non un semplice duplicazione di quello fisico come avveniva negli anni precendenti, dove l'uno affiancava l'altro) é chiaro che non si rispetta la legge.

Il dlgs 33 14/03/2013 prevede infatti all'art.6
Art. 6

                     Qualita' delle informazioni

  1. Le pubbliche  amministrazioni  garantiscono  la  qualita'  delle
informazioni riportate nei  siti  istituzionali  nel  rispetto  degli
obblighi  di  pubblicazione  previsti  dalla   legge,   assicurandone
l'integrita',  il  costante   aggiornamento,   la   completezza,   la
tempestivita', la semplicita' di consultazione, la  comprensibilita',
l'omogeneita', la facile accessibilita', nonche'  la  conformita'  ai
documenti originali in possesso  dell'amministrazione,  l'indicazione
della loro provenienza e la riutilizzabilita' secondo quanto previsto
dall'articolo 7.
  2. L'esigenza di assicurare adeguata  qualita'  delle  informazioni
diffuse non puo', in ogni caso,  costituire  motivo  per  l'omessa  o
ritardata pubblicazione dei dati, delle informazioni e dei documenti
.

E' evidente che una determina o una delibera, pubblicate senza allegati a cui fanno esplicito riferimento sono incomplete e non garantiscono a chi legge di avere "piena contezza del provvedimento".

Questo "sistema", definiamolo così, funzionò alla grande già per la Medateca.
Chi mise dei dubbi fu accusato di <...essere contro la Cultura.......>Fu un grande pastrocchio, al limite della legalità con le determine,gli affidamenti e i controlli, fu inaugurata senza i collaudi previsti dalla legga, in aprile, i collaudi furono protocollati il gennaio successivo..............
Stesso sistema, per il ciclodromo patacca, costato ai contribuenti medesi, tra il primo appalto, il secondo e tutte le opere varie che però, a tutt'oggi non hanno completato questa opera demenziale, oltre trecentomila euro e per concludere il palazzo Mascheroni che alla fin fine si sta completando con i quattrini dei medesi e non certo di chi doveva farlo.
Sono alcuni esempi, ma lo scandalo è che.........tutti zitti -

Anche sulle determine di affidamento diretto dei lavori alle scuole Anna Frank e Traversi pare che ci sia qualcosa che non torna. Non torna sia per il fatto che l'assessore aveva già dichiarato chiusi i lavori quando vengono pubblicate le determine. Guarda caso l'affidamento è diretto per una cifra superiore a 150.000 euro. Il problema l'ha sollevato anche qui il gruppo di Sinistra e Ambiente con articoli e con un interrogazione a cui ha risposto senza nulla chiarire l'assessore Buraschi (riportato sul blog di Sinistra e ambiente http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2015/10/scuola-lassessore-ri...).
Non sono dunque tutti zitti caro belfagor, anche se condivido in pieno la tua analisi: quando sindaco e giunta non sono all'altezza, prevalgono coloro che negli uffici tecnici sono dirigenti lì insediati da anni e perciò potenti, che sono i veri "sindaci" del paese.

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »