città

Muggiò - Pena scontata, Saverio Lo Mastro torna libero. “Da buon calabrese sono stato zitto”

13/11/2016

di Pier Attilio Trivulzio

Per un decennio Saverio Lo Mastro, calabrese di Vibo Valentia, è stato protagonista della cronaca giudiziaria brianzola. Il 26 ottobre è tornato libero. “Da buon calabrese mi sono fatto la galera e sono stato zitto– dice a Infonodo - Ho pagato il mio debito con la giustizia e ricomincio a vivere. Non resterò in Italia, mi trasferirò in Germania”. Il figlio ha chiesto di dare notizia del fine pena del padre. “Purtroppo solo noi familiari sappiamo cosa abbiamo attraversato in questi lunghi anni. Sarebbe bello se oggi mio padre potesse riacquistare la stima e la fiducia della gente, anche se chi lo ha conosciuto veramente non ha mai perso fiducia in lui”.
Socio di Rocco Cristello – ucciso nel marzo 2008 a Verano Brianza -, frequentatore del Giardino degli Ulivi a Carate, luogo dove la “locale” 'ndranghetista teneva i summit e dove furono rinvenute armi, a maggio 2006 era diventato amministratore della Tornado Gest che ha realizzato a Muggiò, dentro al parco del Grugnotorto il multiplex a 15 schermi con spazi commerciali affittati ai cinesi. La società é stata dichiarata fallita con un passivo di 53 milioni di euro e nessuno si è comperato l'immobile il cui valore da 30 milioni è sceso fino a 3,2. Lo “scatolone”, da anni in abbandono, depredato degli arredi e circondato da montagne di rifiuti, è un simbolo del degrado della Brianza selvaggiamente cementificata.

I nodi dell'accoglienza in Brianza. E' necessario evitare il passaggio dall'urgenza all'emergenza

COMUNICATO STAMPA
 
I NODI DELL'ACCOGLIENZA IN BRIANZA
E' necessario evitare il passaggio dall'urgenza all'emergenza
 
 
La distribuzione dei richiedenti asilo in Brianza prosegue in modo costante ma senza grandi allarmismi, a esclusione di quelli nati da puro intento propagandistico. 

comunicati

Monza - Autodromo in confusione, il Giro d'Italia scaccia il Ferrari Challenge dalla pista

05/10/2016

di Pier Attilio Trivulzio

L’Autodromo di Monza è allo sbando. A due mesi dall'annuncio ufficiale, non c'è, ancora, la certezza che il prossimo anno vi si correrà il Gran premio d'Italia di Formula Uno.
Manca, ancora, la firma sul contratto FOM da 68 milioni di euro che il presidente dell'Automobile Club d'Italia, Angelo Sticchi Damiani deve siglare per tenere in Brianza la tappa del Mondiale FIA fino al 2019.

Pedemontana e diossina: i risultati e le conseguenze della caratterizzazione

L'analisi del coordinamento ambientalista INSIEME IN RETE sui risultati della caratterizzazione dei suoli per rilevare il livello di contaminazione da diossina TCDD nelle aree intersecate dal progetto della tratta B2 e inizio C della Pedemontana Lombarda.
I dati dicono che c'è una contaminazione residua diffusa.
Numeri e prime valutazioni su:
http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2016/10/pedemontana-e-diossina-i-risultati-e-le.html

comunicati

Pedemontana: c'è altra diossina sulla tratta ma Meda, isolata, balla da sola

Escono le prime notizie relative ai dati della Caratterizzazione dei suoli contaminati da diossina TCDD che verranno interferiti dal tracciato dell'autostrada Pedemontana.
Dati che mostrano punti con ulteriori e aggiuntivi superamenti dei limiti di legge.
Eppure, come era purtroppo prevedibile, l'amministrazione di Meda continua a restare nella sua nicchia di compiacente passività, staccata rispetto alle azioni, alle valutazioni e alle comunicazioni unitarie dei Comuni di Cesano Maderno, Seveso, Barlassina, Desio e Bovisio Masciago.

comunicati

Insiema in Rete: Pedemontana, la commedia continua

Mercoledì 5-10-016 s'è tenuto l'annunciato incontro tra i sindaci dei Comuni della tratta B2 di Pedemontana e il Presidente della soc. Autostrada Pedemontana Lombarda (APL) Antonio Di Pietro, presenti anche i vertici di Concessioni Autostrade Lombarde (CAL).

Il coordinamento ambientalista INSIEME IN RETE ha prodotto un comunicato molto critico di commento sugli esiti.
Il testo su:

comunicati

Seregno - +Energy e Pgt, due vicende che corrono parallele ma si intrecciano almeno per alcuni protagonisti

05/10/2016

di Brianzabeat

+Energy e l’approvazione del Pgt sono due vicende che corrono parallele, ma che in qualche modo si intrecciano, almeno in alcuni dei suoi protagonisti.
Infatti il PGT su cui lavorava l’amministrazione guidata da Giacinto Mariani, socio di fatto di +Energy, prevedeva la trasformazione urbanistica da industriale a commerciale con conseguente valorizzazione delle aree di proprietà della Effebiquattro e della Immobiliare Stefania di Mario Barzaghi, a sua volta socio di +Energy.
Per dare una misura approssimativa della valorizzazione dell'area Effebiquattro  qualora il PGT fosse stato approvato così come era stato proposto, si consideri che per quella specifica zona di Seregno, un metro quadro di un negozio e di un ufficio valgono dalle tre alle cinque volte un metro quadro di un magazzino o di un capannone industriale (vedi sito).

L’accostamento tra le due vicende non è stato considerato diffamatorio da tutti e tre i giudici del Tribunale di Monza (vedi Seregno - Le prime verità giudiziarie sul caso +Energy: Giacinto Mariani e Luigi Spenga coinvolti nella società) che hanno valutato le richieste di risarcimento danni nei confronti di Gatti e dell’Espresso presentate da Giacinto Mariani, Luigi Spenga e Mario Barzaghi.

Vale la pena, quindi, stilare una breve cronologia per i nostri lettori che non conoscono le vicende.

rassegna

Seregno - Le prime verità giudiziarie sul caso +Energy: Giacinto Mariani e Luigi Spenga coinvolti nella società

05/10/2016

di Brianzabeat

E’ stata depositata mercoledì 21 settembre la sentenza del Tribunale civile di Monza sulla richiesta di risarcimento danni presentata da Giacinto Mariani nei confronti di Fabrizio Gatti e del settimanale L’Espresso per un articolo sulla vicenda +Energy:
In Brianza tra Lega e clan.Il sindaco, il numero due della Confindustria locale, il capitano dell'Arma. In affari con i Casalesi. I segreti del modello Seregno .

L’articolo in questione, frutto di un’inchiesta condotta da Gatti su una segnalazione raccolta da infonodo.org (vedi Seregno – Una fiduciaria aperta per Giacinto Mariani, il sindaco fotovoltaico. La società con Barzaghi sullo sfondo del PGT), ha prodotto querele sia in sede penale sia in sede civile, con richiesta di risarcimento danni per complessivi 27 milioni e 200mila euro nei confronti di Gatti e de L’Espresso, a cui si sono aggiunti i 50mila euro chiesti da Giacinto Mariani all’ex segretario del Pd di Seregno, Mauro Brivio e all’ex sindaco Gigi Perego che avevano utilizzato alcuni brani dell’articolo per alcuni manifesti politici.

Meda: anche la documentazione conferma come ingiustificato il taglio dei tigli di via Seveso.

Durante l'incontro del 7-9-016 con i gruppi ambientalisti sulla vicenda del taglio dei tigli di via Seveso, l'assessore Buraschi s'era dichiarata sicura e certa della completezza documentale, pur non chiarendo a sufficienza se esistesse una relazione tecnica motivante la drastica scelta del taglio (vedi qui).
Ora la documentazione disponibile è stata consegnata, dopo debita richiesta, al Consigliere Comunale di Sinistra e Ambiente.

comunicati

Monza - Ferrari datti una mossa, 70mila tifosi sbadigliano

05/09/2016

di Pier Attilio Trivulzio

Il Gran premio d'Italia a Monza? Una noia pazzesca.
Passeggiata in solitario con vittoria di Nico Rosberg (Mercedes) perché l'autore della pole stratosferica, Lewis Hamilton è rimasto al palo ritrovandosi subito sesto, superato anche dalla Williams di Valtteri Bottas e dalla Red Bull di Daniel Ricciardo qualificati in terza fila.
Per la gioia degli uomini in rosso che hanno monopolizzato i 6000 posti della “tribuna Monza” - grazie ai biglietti offerti in saldo superscontato da Sias - i tifosi delle Scuderia Club hanno avuto un orgasmo nel vedere lo scatto dei loro idoli Vettel e Raikonen che si sono subito messi all'inseguimento di Rosberg.

rassegna

Hamilton in pole per la vittoria, Fabrizio Sala festeggia le poltrone in Autodromo

03/09/2016

di Pier Attilio Trivulzio

Due pole a Monza. Quella reale in pista é di Lewis Hamilton.
Quella dietro la scrivania, per il prossimo assetto dell'Autodromo targato ACI-Regione Lombardia, é di Fabrizio Sala, eletto nelle file di Forza Italia, assessore alla casa nonché vice presidente di Regione Lombardia, che è pronto a piazzare qualche suo stretto collaboratore nel prossimo Cda dell’Autodromo.

Venerdì, appena il presidente di ACI Sticchi Damiani ha dato l'annuncio dell'accordo raggiunto con FOM-FOWC per tenere a Monza il Gran premio d'Italia per altri tre anni, ha sceso due piani di scale, si è infilato dentro la sala della Regione Lombardia dove era in corso la premiazione di Confartigianato Motori e subito sono saltati una decina di tappi di champagne. Euforia totale. “Ce l'abbiamo fatta. Grazie a te Fabrizio”, gli ha sussurrato all'orecchio un collega di partito. E lui gongolava.

Monza - Autodromo c'è l'accordo per il rinnovo del GP, la firma a Londra la prossima settimana

02/09/2016

di Pier Attilio Trivulzio

L'estenuante trattativa per tenere a Monza il Gran premio d'Italia è arrivata al capolinea, o quasi.
Ieri pomeriggio alle 15 nella sala di ospitalità dell'ACI all’autodromo, Angelo Sticchi Damiani presidente dell'ACI ha annunciato che:

“È stata accettato la sfida di prolungamento per altri tre anni del contratto che scade domenica, con un lungo lavoro di continuo e costante avvicinamento con gli enti territoriali locali. Una sfida che da domani la nuova compagine composta da ACI, Regione Lombardia e Sias raccoglierà per gestire il Gran premio”.
Bernie Ecclestone, lapidario, strappa un sorriso e gli applausi:
“Il contratto è di tre anni, dopo potremo pensare di rinnovarlo per altri cento”.
In questa frase c'è tutto il pensiero sull'operazione di tenere all'Autodromo di Monza la gara iridata di Formula 1 per altre tre edizioni, quindi fino al 2019.

Meda: Sinistra e Ambiente sul taglio ingiustificato dei tigli di via Seveso voluto dall'amministrazione di Caimi

Non possiamo esimerci dal commentare amaramente il taglio dei tigli di via Seveso a Meda, abbattuti dall'Amministrazione Comunale di Caimi in data 13-08-016.
Si tratta di una dozzina di alberi lì dimoranti da  circa 35-40 anni, a quanto ci risulta sani e dalle dimensioni tali da non dare preoccupazione rispetto alla loro stabilità nel rapporto tra la superficie di chioma e l'apparato radicale.

comunicati

Monza - Gran Premio a tutta birra. Nel circo milionario i "dannati" da 5 euro all'ora

01/09/2016

di Pier Attilio Trivulzio

Gran premio d'Italia a tutta birra? Già, sembrerebbe di sì dal momento che title sponsor della gara iridata è Heineken. Il birrificio olandese ha chiuso con Bernie Ecclestone una sponsorizzazione da 250 milioni di dollari per 9 Gran premi, tre già nel 2016 e altri 6 fino al 2020.
Da quando la Guardia di finanza ha perquisito il “Tempio della Velocità” e inquisito i suoi vertici, per tre anni la gara della Formula 1 è stata indicata denominata semplicemente “Gran premio d'Italia”.

Monza - La Ferrari snobba l'Autodromo e si affida ad Ecclestone. Biglietti invenduti per il GP

10/08/2016

di Pier Attilio Trivulzio

In un anno economicamente difficile per l'Autodromo Nazionale la Ferrari gira le spalle alla pista che l'ha vista trionfare 18 volte nella gara più importante, il Gran premio d'Italia. L'ultima vittoria nel 2010 con Fernando Alonso.

La Ferrari ha comunicato all'ufficio commerciale di Sias che rinunciava ad utilizzare la terrazza P1 dell'Hospitality Building. Per la società di gestione dell'Autodromo una perdita secca nell'ordine di 500mila euro che s'aggiungono ad una stagione di pesante crisi finanziaria aggravata da assurde consulenze stipulate dalla gestione Dell'Orto-Ferri e dal fatto che ad oggi – cosa mai successa – sono SOLD OUT soltanto queste tribune: Alta velocità n. 16 settore A; Uscita Ascari n. 18 settore A; Laterale parabolica n. 21 settore C; Interna parabolica n. 23 settore A.

A Meda approvata in CC la mozione di Sinistra e Ambiente per una memoria del disastro diossina dell'ICMESA

Il 27-7-016, nell'ultimo Consiglio Comunale prima della pausa estiva, è stata discussa e approvata all'unanimità dei presenti (Sinistra e Ambiente, Pd, Meda per Tutti, Lega Nord e PdL/Ncd) la mozione di Sinistra e Ambiente sulla Memoria del disastro causato dall'ICMESA (azienda del gruppo Hoffmann- La Roche) con la fuoriuscita della diossina TCDD il 10 luglio 1976.
La mozione chiedeva la collocazione di un pannello illustrativo presso il muro della fabbrica all'entrata del Centro Sportivo di Meda.

comunicati

Niente GP d'Italia 2017, la lite tra Monza e Imola rischia di farlo saltare

28/07/2016
di Pier Attilio Trivulzio

Con tutta probabilità l'anno prossimo il Gran premio d'Italia di Formula Uno non figurerà nel calendario delle gare FIA valide per il Mondiale Piloti e Costruttori.
Bernie Ecclestone ha fatto calare il silenzio sul rinnovo del contratto per la gara iridata, in attesa delle decisioni del Tar del Lazio che si deve pronunciare (l’udienza è fissata per il 30 agosto) sul ricorso presentato da Formula Imola.
La società di gestione dell’autodromo romagnolo ha chiesto “l'annullamento del provvedimento con cui ACI ha rigettato la proposta di Formula Imola di organizzazione del Gran Premio d’Italia e ogni più opportuna misura cautelare volta a precludere all'ACI l'indebita erogazione di risorse pubbliche a solo beneficio esclusivo di Sias”.

Appalto rifiuti a Monza: il Comune prende una cantonata…. ristabiliamo la verità, che fa rima con legalità!

Il Comitato Beni Comuni e il Movimento 5 stelle, rispettivamente in data 18 maggio e 29 maggio 2015, presentavano esposti all’ANAC in relazione al contratto, e successiva transazione, stipulato dal Comune di Monza con l’impresa Sangalli per la gestione del servizio rifiuti.

comunicati

Benvenuti a Seregno

23 / 07 / 2016
di Davide Ripamonti
membro del coordinamento PD Seregno

Martedì 12 luglio 2016 è stata scritta un’altra brutta pagina politica della città di Seregno. Il filo conduttore della narrazione durante il Consiglio Comunale è stato il dare forma e legittimità al concetto di DISCRIMINAZIONE.
È stato approvato il REGOLAMENTO SULLA CITTADINANZA ATTIVA che prevede la possibilità per i cittadini di iscriversi ad un albo comunale per dedicare volontariamente parte del proprio tempo a fini di utilità sociale come previsto dall’art. 118 della Costituzione:

Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà.

rassegna

Autodromo: prima condanna per l'ex direttore Enrico Ferrari 4 anni e 4 mesi

13/07/2016
di Pier Attilio Trivulzio

Quattro anni e quattro mesi per Enrico Ferrari direttore dell'Autodromo di Monza dal 1983 al 2013. E' questa la sentenza decisa in Camera di consiglio letta ieri mattina dal pubblico ministero Federica Centonze. Ferrari, che assieme all'ex contabile Franco Becchere aveva scelto il rito abbreviato era accusato d'aver venduto per anni un consistente numero di biglietti del Gran Premio di Formula Uno tenendo per sé il guadagno e d'aver emesso tra il 2007 e il 2011, sempre per giustificare incassi in nero, fatture a società inglesi inesistenti come AD Evolution Ltd, Blast Events Ltd, ARA Service Ltd .

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »