metropoli

Lombardia - Sanità. Vitali: «Casi simili sono all’ordine del giorno. Per questo ho scelto di andare in pensione»

di Simona Ravizza da il Corriere della sera

Cardiochirurgo di fama internazionale, duemila interventi di cuore all’attivo, trecento trapianti, trent’anni di carriera al Niguarda, sei all’Humanitas di Rozzano. Ettore Vitali, 63 anni, è stato anche il presidente della società italiana di Cardiochirurgia: «Dal primo gennaio sono un pensionato. Me ne sono andato dalla Sanità perché non è più quella per cui avevo studiato. Casi simili alla De Marchi sono all’ordine del giorno».

rassegna

Monza - Villa Reale ai privati. Il Tar respinge il ricorso

da il Corriere della sera del 12/02

Il Tar ha respinto il ricorso, presentato dal Comitato «La Villa reale è anche mia», contro il bando che ha affidato i restauri e la gestione della reggia ad un privato per i prossimi 22 anni. Dal 2010 il Comitato aveva raccolto oltre 10 mila firme per dire «no» all’uso commerciale della Villa (nella foto Radaelli il Museo del design) e poi aveva fatto ricorso senza chiedere la sospensiva per non bloccare il restauro.

rassegna

Formula Uno addio, Monza perde il Gran premio d'Italia

di Pier Attilio Trivulzio

L'Autodromo di Monza cambia pelle. Il piano industriale di rilancio di Sias – illustrato ieri pomeriggio al Consiglio dell'Automobile Club di Milano, socio di maggioranza della società di gestione dell'impianto brianzolo – punterà tutto sulle due ruote e quindi potrebbe esserci un addio alla Formula Uno, dal 2017.

Per attuare il programma relativo alle due ruote il presidente Andrea Dall'Orto, dopo aver designato Francesco Ferri a prendere il posto di direttore, occupato per trent'anni dell'inquisito Enrico Ferrari (prossima udienza in Tribunale il 12 febbraio), ha chiamato nello staff il monzese Riccardo Tagliabue. Sarà lui, rampollo della famiglia di petrolieri proprietari della Lombarda Petroli con impianti a Villasanta a intrattenere i rapporti con la Federazione Motociclistica Italiana.

Pedemontana, esordio a rate. Rinviata l'inaugurazione prevista a maggio in Brianza

di Roberto Rotondo da il Corriere della sera

«Mio nonno mi diceva sempre: pensa, un giorno ci sarà la Pedemontana». E uno degli aneddoti preferiti dal presidente della Regione Roberto Maroni sulla profezia del nonno che vaticinò, al giovane Bobo, la costruzione di una grande autostrada che senza passare per Milano collegasse Varese, Como e Bergamo. Sabato mattina, a Gazzada Schianno (Varese), un pezzo di quel sogno diventa realtà. Ma solo un pezzetto, se è vero che si parte con uno svincolo da 4,5 chilometri.

rassegna

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »