politica

Omicidio di Paolo Vivacqua. Lunedì la requisitoria del pubblico ministero Donata Costa


di Pier Attilio Trivulzio

Siamo alle battute finali del processo Vivacqua – anche se la sentenza non si avrà prima di settembre-ottobre.

Lunedì 29 giugno (dopodomani ndr) Donata Costa, che rappresenta la pubblica accusa, inizierà la sua requisitoria ed ancora si disquisisce sul testo di alcune telefonate in siciliano. Tant'è che in aula sarà sentito il perito – specialista nel dialetto siciliano - relativamente a tre intercettazioni in carcere di Antonino Giarrana di cui i legali degli imputati contestano la trascrizione dopo aver ascoltato l'audio. Così anticipate in aula dalla teste Nava che per il Tribunale esegue le trascrizioni: “Io mi dovessi andare in culo alla vita mai più omicidio. Unico desiderio la famiglia” dice Giarrana il 9 luglio; il 19 la parola contestata è cutter, in realtà è scooter”; ed infine il 24: nella trascrizione consegnata ai legali è scritto Barba, in realtà è bamba, cocaina. “Brucia la bamba”.

Seregno - La senatrice Ricchiuti chiede al Ministro dell'Interno se esistano le condizioni per lo scioglimento del comune per infiltrazione mafiosa

di mc costa

Il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, dovrà dare una risposta scritta sulle minacce e auguri di morte da parte del sindaco uscente Giacinto Mariani di cui sono stati fatti oggetto Infonodo e chi scrive.
L’interrogazione parlamentare è stata presentata dalla senatrice del Partito Democratico Lucrezia Ricchiuti e contiene anche la richiesta al Ministro di valutare se, per il comune di Seregno, ci siano gli estremi per attivare i meccanismi di cui all'art. 143 del testo unico sugli enti locali di cui al decreto legislativo n. 267 del 2000.

L’art. 143 prevede che “I consigli comunali sono sciolti [...] quando emergono elementi su
collegamenti diretti o indiretti degli amministratori con la criminalita' organizzata”.

La Camera del Lavoro di Monza e Brianza esprime la propria solidarietà a Infonodo

Comunicato stampa

Riteniamo che la libera informazione e il coraggio nella denuncia del malaffare della criminalità organizzata rappresentino una delle principali condizioni per il benessere della democrazia e per il riavvicinamento della politica agli interessi della popolazione e al perseguimento del bene pubblico.

Per questo la Camera del Lavoro CGIL di Monza e Brianza esprime solidarietà e vicinanza ai giornalisti di Infonodo coinvolti, loro malgrado, nella gazzarra post-elettorale inscenata dall’ex sindaco di Seregno.

rassegna

Seregno - Perché continueremo a scrivere nonostante le minacce di morte di Giacinto Mariani

Ferruccio De Bortoli ha scritto nel suo editoriale di saluto ai lettori, dopo aver lasciato la direzione de il Corriere della sera:

Con il tempo, cari lettori, ho imparato che i giornali devono essere scomodi e temuti per poter svolgere un’utile funzione civile. Scomodi anche quando sono moderati ed equilibrati come il Corriere. La verità è che i bravi giornalisti spesso ne sanno di più di coloro che vorrebbero zittirli.
In questo Paese, di modesta cultura delle regole, l’informazione è considerata da gran parte della classe dirigente un male necessario. Uno dei tanti segni di arretratezza. Piaccia o no, le notizie sono notizie. I fatti sono i fatti, anche quando smentiscono le opinioni di chi scrive. E le inchieste sono un dovere civile, oltre che professionale. Perché le democrazie si nutrono di trasparenza e confronto, di attenzione e rispetto. Dove c’è trasparenza c’è riconoscimento del merito, concorrenza e crescita. Nell’opacità si regredisce. 

Seregno - Lega Nord e Forza Italia i partiti delle tasse comunali, lo dicono i numeri

di k.ts.

Ultimi giorni di campagna elettorale a Seregno, domani si vota.
I due candidati hanno affrontato, da ultimo, il tema della riduzione delle tasse e della pressione tributaria.
Edoardo Mazza, candidato sindaco per Forza Italia-Lega Nord, ha promesso la riduzione di Imu e Tari grazie ai dividendi del gruppo AEB-Gelsia, controllato al 70% dal comune di Seregno (vedi struttura societaria di AEB/Gelsia).

Visto che in campagna elettorale si parla finalmente di numeri e di entrate tributarie del comune siamo andati a vedere i dati ufficiali dei bilanci consuntivi che i vari comuni sono tenuti a depositare al Ministero dell’Interno e che poi sono pubblicati in forma chiara (non i pdf illeggibili che pubblica il comune di Seregno) sul sito dello stesso Ministero e visionabili da tutti: politici, giornalisti, semplici cittadini.

Meda: centro storico e variante PGT, passa il tempo ma ......

In un quadro di scarsa mancanza di trasparenza sull'intero iter e sui contenuti della Variante al PGT di Meda, il 10-06-015, l'amministrazione, con l'assessore Buraschi, ha presenziato e relazionato ad un'iniziativa della Pro Loco e degli Amici dell'Arte sul tema del Centro Storico e della sua possibile riqualificazione.
I commenti e le valutazioni di Sinistra e Ambiente al link:

comunicati

Seregno - Trasporto pubblico. Come l'amministrazione Mariani é riuscita ha raddoppiare i costi tagliando il servizio

di k.ts.

Immaginate un dirigente messo alla guida di un’azienda che in meno di dieci anni diminuisce la produzione del 36,4% e allo stesso tempo quasi triplica i costi per unità di prodotto (+ 162 %), scontenta i clienti, perdendone una parte, e a quelli che gli restano fornisce a un prezzo maggiorato del 36,8% un prodotto peggiore.

E’ quello che in sintesi sono riusciti a fare, nella gestione del trasporto pubblico locale, Giacinto Mariani e i suoi assessori ai Trasporti che si sono succeduti dal 2005 a oggi.
Gianmario Alioli, assessore dal 2005 al 2010, premiato con una poltrona da € 16.200 annui in Brianzacque (2010-2013) e adesso consigliere comunale uscente nelle fila di Forza Italia, e l’ assessore Marco Formenti (2010-2015) della Lega Nord, indicato per lungo tempo come possibile candidato sindaco del centrodestra.

Seregno - Elezioni 2015, verso il ballottaggio. Il sindaco che non c'é e il volo delle locuste

di k.ts.

C’erano undici candidati in lista per aggiudicarsi la poltrona di sindaco di Seregno, ha vinto quello che non c’è. Il candidato di quel 50% e passa dell’elettorato di Seregno che non si é sentito rappresentato dall’offerta messa sul tavolo da partiti e liste civiche e ha deciso di non votare (48,42%) e se è andato ai seggi ha annullato la scheda o l’ha consegnata bianca: complessivamente il 3,39% dei votanti.

Nel 2010 Giacinto Mariani era stato eletto al primo turno con 15.361 voti, a distanza di cinque anni il suo assessore all’Urbanistica, Edoardo Mazza, candidato sindaco per Forza Italia e Lega Nord (con due liste di appoggio, tra cui Amare Seregno che cinque anni fa presentava un proprio candidato sindaco), si ferma a 6.926 voti.
Numeri da disastro, di cui però il Pd non riesce ad approfittare perché non aumenta il consenso, anzi, il suo candidato William Viganò (4.148 voti) prende 900 voti in meno di quello raccolto da Mauro Ballabio cinque anni fa.

Processo Vivacqua. La Procura chiede i domiciliari per Germania Biondo

Respinta invece la richiesta per Salvino La Rocca

di Pier Attilio Trivulzio

Con una istanza fatta pervenire al presidente Giuseppe Airò Donata Costa, pubblica accusa al processo per l'uccisione di Paolo Vivacqua, ha chiesto i domiciliari per Germania Biondo, moglie separata di Paolo Vivacqua, a giudizio in Corte d'Asssise perché accusata dalla Procura assieme a Diego Barba, Salvino La Rocca, Antonio Radaelli e Antonino Giarrana ddell'uccisione dell'ex coniuge freddato da un killer con 7 colpi di pistola calibro 7,65 nell'ufficio di via Bramante d'Urbino a Desio il 14 novembre 2011.

Seregno - C’è un candidato che frequentava i clan. Si muove B.

di Davide Milosa da il Fatto quotidiano del 24/05

Tempo di elezioni. In Lombardia si vota in diversi Comuni. Anche a Seregno, Brianza ricca, operosa e terra di ’ndrangheta. Qui, boss e comprimari fanno affari e intrecciano relazioni con la Pubblica amministrazione. Capita, naturalmente, anche il contrario. Politica e ’ndranghe - ta in vista del voto. Con la benedizione di Silvio Berlusconi che domani sarà proprio a Seregno per tirare la volata al candidato di Forza Italia, nella cui lista compare un politico che ha avuto più di qualche rapporto con i clan.

rassegna

Processo Autodromo. Assenti un giudice e il pubblico ministero, la testimonianza dell’ex presidente Guaitamacchi slitta ottobre

di Pier Attilio Trivulzio

Avvocati tutti in aula, assente un giudice e il sostituto procuratore Walter Mapelli.
Un solo imputato presente, l'ex responsabile dello sviluppo economico del Comune di Monza Giuseppina Panuccio che deve rispondere dell’ “autorizzazione commerciale (rilasciata a Sias - ndr) che, falsamente, valeva anche quale permesso di costruire un impianto di carburante a basso impianto ambientale nel Parco” e dell’accusa di “turbativa d'asta relativa all'assegnazione del servizio di ristorazione interna dell'Autodromo”.

Così l'udienza per la malagestione dell'Autodromo (22 maggio 2012 il blitz della Guardia di finanza) che prevedeva la testimonianza dell'ex presidente di Sias Paolo Guaitamacchi e degli ex consiglieri Pietro Mazzo ed Enrico Radaelli slitta al 1 ottobre. Da quella data il Collegio tornerà alla originale composizione con il rientro del giudice a latere.

rassegna

Seregno - Il presidente di Auto Amica si presenta alle elezioni. L'assessore minaccia di non rinnovare la convenzione...poi ci ripensa

di k.ts.

Proseguirá, in caso di mia vittoria alle elezioni, la convenzione del comune per il trasporto degli anziani e disabili.
A precisa domanda, così ha risposto lunedì scorso, durante l’incontro al Teatro Santa Valeria fra i candidati sindaci, Edoardo Mazza, assessore all’Urbanistica uscente e candidato sindaco per Forza Italia-Lega Nord.

La questione della convenzione del comune con Auto Amica è finita martedì sulla stampa locale, ma é conosciuta nell’ambiente politico da almeno tre settimane; dal momento in cui Ilaria Cerqua (assessore ai servizi sociali del comune di Seregno) telefona a Giancarlo Manzotti (presidente di Auto Amica Seregno-Desio) il quale si presenta alle elezioni nella lista Viva Seregno a sostegno del candidato sindaco del Pd William Viganò.
Proprio questa sua candidatura avrebbe spinto la Cerqua ad attaccarsi al telefono.

Vivacqua pagava per essere protetto. Aveva detto ai figli: “Dovessi morire rinunciate all'eredità”

di Pier Attilio Trivulzio

Paolo Vivacqua pagava per avere protezione. Negli ultimi mesi, sempre più spesso, sentiva che la sua vita era in pericolo. Diceva ai figli che nel caso gli fosse accaduto qualcosa avrebbero dovuto rinunciare all'eredità. Si preoccupava per Nicolas, il figlio nato dall'unione con la compagna Lavinia Mihalache. E intanto, lasciato ai figli Antonio e Gaetano le attività di rottamazione che servivano per garantire il giro milionario delle false fatturazioni, aveva trasferito i suoi affari in Svizzera dirottando i suoi interessi su società estere e su grandi e costosi impianti di riciclaggio di rifiuti.
Legandosi a dubbi personaggi che avevano ottenuto importanti finanziamenti pubblici e che, inseguiti dalla giustizia, erano riparati all'estero aprendo conti e società nei paradisi fiscali.

Meda: il Pd , con il supporto decisivo di Molteni (Ncd) blinda le Commissioni Consigliari

Atto di arroganza di Caimi e del Pd che con la "sponda" e l'appoggio del Presidente del consiglio molteni (NCD) blindano d'imperio tutte le Commissioni, facendo saltare completamente il lavoro collegiale per modificare il Regolamento. Problemi anche sul metodo per definire il NUMERO LEGALE.
Vedi su:http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2015/05/meda-il-pd-con-il-supporto-decisivo-di.html

comunicati

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »