TeLOS

Saronno - Comunicato TeLOS: CHI SEMINA VENTO RACCOGLIE TEMPESTA

A te che hai preso in mano questo volantino volevamo dire due cose.
Questa mattina (giovedì 10 dicembre) hanno sgomberato il Telos. 
E chi se ne frega - dirai legittimamente. Ci teniamo però a condividere due pensieri che partono proprio dallo sgombero di questa mattina ma che andranno oltre.
Lo sanno persino i sassi che lo stabile che avevamo occupato, quello tra via Milano e via Varese, rimarrà vuoto e abbandonato per altri anni. Non fatevi ingannare: quella di oggi ve la spacceranno come una lezione di democrazia e di rispetto della pacifica convivenza, altro non è che l'ennesima azione di forza, l'ennesimo tentativo di zittire una voce, di fare il deserto dove c'era la vita.
Lo sanno persino i sassi che in quello spazio una e una sola cosa ci sta a pennello: il Telos. 
Poi certo, vi racconteranno che siamo i violenti sabotatori della vostra tranquillità, o all'occorrenza i tossici figli di papà che giocano alla ribellione, o ancora la sporca manovalanza di occulte manovre. 
Ma, guardacaso, non una voce vi racconterà che settimana scorsa un'operaia di 67 anni è rimasta vittima di un serio incidente sul lavoro. Nessuna voce si è levata, tutto è stato insabbiato come se nulla fosse. Non siamo nemmeno riusciti a sapere le condizioni, qualcuno ci ha riferito che sia morta. Fa gelare il sangue nelle vene, non trovi?
L'informazione e la politica sono pensate a tavolino. Tu sei studiato e pensato a tavolino, le tue emozioni sono stimolate all'evenienza. Ma cosa credi? Che ci siano orde di barbari pronti a invaderci? Ma dove le vedi se non in televisione?
E di voci mancanti invece ce ne sono a centinaia: hai mai letto qualcosa sullo scandalo Kaleidos? Sulla fabbricazione di armi da guerra in provincia di Varese? Sugli sfratti giornalieri in città? Sai chi è il responsabile delle abominevoli colate di cemento dietro la stazione? Sai che stanno distruggendo la campagna tra Saronno e Ceriano per costruire una strada inutile?
Non ti sfiora il dubbio che ci sia qualcosa di perverso nel ritrovarti Saronno invasa da Polizia come se fossimo in guerra, e questo solo per sgomberare uno stabile occupato, risistemato, ripulito e rivissuto?
Non ce ne frega nulla di avere dietro di noi le masse, ci interessa incontrare individui con uno spirito non ancora assopito; non cerchiamo il consenso, seminiamo il dubbio. 
E allora a te che hai letto questo volantino chiediamo: ti piace questa società? Cosa possiamo fare concretamente?
Noi probabilmente occuperemo un nuovo posto, se ti va passa a trovarci. Non lo occupiamo, come ti vorranno far credere, per farci le canne. Lo occupiamo per cercare di dare voce a tutte le voci mancanti, a tutte le quotidiani tragedie individuali. 
Come saprai quando e dove saremo? I muri di una città dicono più cose della tv o di un giornale.
TeLOS itinerante, ma per quanto?

Saronno - Sgombero del TeLOS: il comunicato degli occupanti

Sgomberato il Telos di via Milano a Saronno. Di seguito il comunicato degli occupanti.

Questa mattina è stato nuovamente sgomberato il Telos di via Milano con il solito ingente dispiegamento di forze dell'ordine. 
Non ci stiamo, non saranno gli sgomberi a cancellare l'esigenza di uno spazio autogestito a Saronno.
Ci troviamo oggi alle 18 in stazione a Saronno per un presidio contro lo sgombero, perchè chi semina vento raccoglie tempesta.

Saronno - TelOS: prossimi appuntamenti

Prossimi appuntamenti al Telos:
// ogni mattina alle 6.00 colazioni anti-sgombero (portate da mangiare e da bere)
// oggi, mercoledì 25 novembre CINEFORUM
Alle 21.00 verrà proiettato CHILDREN OF MEN
https://www.facebook.com/events/1010890602267158/

// sabato 28 novembre ROVINA HARDCORE
Kalashnikov Collective, Thrownness, Spaccastronzi, Deadly Opossum, Mucopus
https://www.facebook.com/events/919734181395729/

// domenica 29 novembre GIORNATA DI LAVORI E DISEGNI
Porta ciò che ti serve per disegnare o la tua abitlità nei lavori da fare per risistemare il Telos
https://www.facebook.com/events/1010890602267158/

// mercoledì 2 dicembre CINEFORUM

// sabato 5 dicembre SERATA ELETTRONICA
https://www.facebook.com/events/1177080322319733/

|| Al TeLOS serve praticamente tutto: sedie, tavoli, attrezzi, divani, mobili... porta ciò che non ti serve più.
In caso di sgombero:
- presidio il giorno stesso dello sgombero alle 19 in stazione a Saronno (piazza cadorna)
- le due serate si terranno lo stesso

Saronno: il TeLOS rioccupa lo stabile di Via Milano

Sabato 21 novembre, rioccupato lo stabile di Via Milano 11 dal gruppo TeLOS.
Ecco il comunicato pubblicato dal collettivo:
"La catastrofe si avvicina. La catastrofe è già qui. La catastrofe è già nell’impossibilità di riuscire ad immaginare un mondo altro.
La catastrofe è nel moto perpetuo uniforme che ci guida dall’alba al tramonto in impieghi e svaghi prestabiliti: avanti con le code in macchina, con le resse nei supermercati, con lo svago consentito nelle discoteche più o meno underground. Un moto perpetuo uniforme di una vita che non abbiamo scelto in una società che non abbiamo voluto.
Anche i moti di spirito ci vengono ordinati: je suis questo, je suis quello. Tutti uniti, in fila per due, a marciare col nemico alla nostra testa. Il nemico è sempre alla nostra testa.
Le nostre città assomigliano sempre più a villaggi turistici: al posto dei braccialetti colorati ci sono i documenti, al posto delle attività ricreative ci sono gli aperitivi e le discoteche, tutta la nostra vita in cambio della sicurezza di una vita noiosa, grigia e prestabilita. Tutto deve fruttare il maggior guadagno possibile, è per questo che le nostre città cambiano in funzione del denaro. La città deve essere confortevole solo nella misura in cui ciò serva ad una maggior produttività.
Siamo talmente ciechi e sordi da non sentire le grida di aiuto di chi a pochi metri da noi decide di togliersi la vita, di chi rifiuta questa realtà e trova rifugio dove riesce, in una sostanza o nella propria testa.
Il rumore delle bombe e dei caricatori si fa più vicino, ma sono decenni che il nostro produttivo quieto vivere esporta morte e sofferenza.
Disertare questo triste spettacolo significa cercare di bloccare gli ingranaggi su cui questa società si fonda. Partire dai nostri bisogni e desideri, per cercare di disegnare altre prospettive, per provare a percorrere nuovi sentieri.
La necessità di un tetto sopra la testa e l’occupazione come pratica diretta a soddisfare questo bisogno portano a legami e prospettive nuove: non sono più il denaro o la legge a dettare i rapporti, ma bisogni e desideri comuni. Un annetto fa a Saronno durante una fredda notte di presidio fuori da una casa occupata una signora condivise del the caldo e dei biscotti. Dove loro ci vorrebbero divisi e rinchiusi nelle nostre celle addobbate noi condividiamo il calore di un fuoco, della solidarietà e della complicità.
Uno sfratto, la disoccupazione, il dover pensare a dove recuperare il pasto, la solitudine non dovrebbero essere problemi individuali, ma situazioni da condividere e affrontare insieme.
Come scrisse giustamente Scutenaire la disoccupazione è spiacevole perché non è completamente generalizzata.
Oggi occupiamo uno spazio abbandonato per poter sviluppare questi intrecci e questi rapporti, per coltivare e condividere il nostro rifiuto verso ciò che ci circonda, convinti che sia questo il primo passo verso un significativo miglioramento delle nostre vite.
Siamo consapevoli della precarietà di un’occupazione, siamo altrettanto consapevoli che la qualità di un’occupazione non si misuri con il cronometro alla mano ma dall’intensità dei battiti.
E se vi sgomberano? Di spazi abbandonati a Saronno ce ne sono parecchi, i rifugi dei ribelli sono precari per natura.
Ma la gente non capisce! La gente è una categoria astratta, noi negli anni abbiamo conosciuto diversi individui con cui abbiamo condiviso un pezzo del sentiero che abbiamo intrapreso. E’ nella condivisione e nel vivere attivamente la propria vita che abbiamo superato steccati, pregiudizi e ostacoli.
Quindi siete tornati? No, non ce ne siamo mai andati.
TeLOS nuovamente in via Milano 17- era ora no?"

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »