artigiani

Confartigianato Cesano-Meda-Seveso - Cena prenatalizia tra artigiani e sindaci

Comunicato stampa

UNA CENA AUGURALE ORIGINALE E BEN RIUSCITA TRA SINDACI E ARTIGIANI

Meda, 9 dicembre 2014 - La tradizionale cena degli auguri di fine anno organizzata dalla Confartigianato area territoriale di Meda, Cesano Maderno e Seveso quest’anno ha avuto luogo presso l’Hotel Habitat di Giussano, una elegante struttura di proprietà di uno degli associati: la società Giuseppe Dell’Erba snc, che si occupa anche di lavorazione e commercio di marmi. Come consuetudine, le occasioni conviviali sono organizzate dall’associazione con lo scopo di far conoscere gli associati tra loro, di creare opportunità per scambi di idee e nuove collaborazioni.

Quest’anno, visto anche il prestigio della location, il programma ha potuto includere la presentazione di un nuovo associato: la Polimedica Igea srl che ha suggerito il tema della serata presentando il metodo Olimpo con l’intervento del nutrizionista Carlo Spagnolo e del personal trainer Riccardo Scaglione.
Il nostro benessere è determinato da una corretta alimentazione abbinata all’esercizio fisico a questo scopo I giovani chef del ristorante dell’Hotel Habitat hanno collaborato con i giovani professionisti di Polimedica nel realizzare uno speciale menù, dagli ingredienti salutari e gustosi, abbinati sapientemente in modo da salvaguardare il giusto apporto di calorie e da soddisfare il palato più raffinato. Alla serata hanno partecipato ottanta persone, tra imprenditori dei Comuni di Meda, Cesano Maderno e Seveso. Erano presenti il Sindaco di Meda Giovanni Caimi accompagnato dal Vice Sindaco Simona Buraschi e Dall’Assessore al Bilancio Furio Cecchetti, il Sindaco di Cesano Maderno e Presidente della Provincia di Monza e Brianza Gigi Ponti, il Presidente del Consiglio Comunale di Seveso Giorgio Garofalo, il Direttore dell’ASL di Monza e Brianza Matteo Stocco, oltre al Segretario Generale di APA Confartigianato Paolo Ferrario e diversi funzionari dell’Associazione.

La serata è iniziata con un aperitivo e i saluti del presidente di sezione Filippo Berto e del Segretario Generale Paolo Ferrario; il Prof. Francesco Scaglione, titolare di Polimedica ha presentato agli ospiti la sua attività per la prevenzione e soprattutto per la conquista e il mantenimento dello stato di benessere psico-fisico. Tra una portata e l’altra ci sono stati gli interventi del nutrizionista e del personal trainer, che hanno illustrato i benefici di una dieta sana anche tramite il consumo di alimenti ormai poco conosciuti e una moderata attività fisica, il cui ritmo naturale varia per ciascuno di noi. La serata è stata vivace e allietata da un bel clima, in particolare è stato molto apprezzato il fatto che così tante aziende artigiane abbiano avuto il piacere di partecipare, segno che il supporto che ricevono dall’associazione è sentito e anche ritenuto utile e importante per lo sviluppo aziendale. Gli amministratori presenti hanno potuto constatare quanto gli artigiani siano una realtà presente, viva e dinamica sul territorio e, al momento del brindisi augurale, quanto sia importante il dialogo con loro.

Imprese artigiane "straniere", risorsa per la Brianza

- comunicato stampa -

Interessante report dell'Unione Artigiani Mb su dati della Camera di Commercio di Monza e Brianza. Sono più di 5mila le imprese con titolare non italiano in provincia e rappresentano l'8,4% del totale. Romeni e marocchini su tutti. Quasi 9mila gli occupati. Edilizia il settore con più presenze, soprattutto di ditte individuali.

Sono 5.293 le imprese straniere in Brianza a giugno 2014 e raggiungono l'8,4% del totale delle imprese, secondo uno studio realizzato dall'Unione Artigiani di Monz ae Braizna su dati della Camera di Commercio di Monza e Brianza. Mostrano un andamento decisamente migliore del complesso delle imprese registrando, su base annua, un incremento di oltre 400 unità (+8,3%, contro lo 0,5% del complesso delle imprese).

Anche l'andamento trimestrale mostra una migliore performance e, nonostante il periodo difficile, evidenziano nel secondo trimestre di quest'anno rispetto al primo un incremento del 2,4%. Nel complesso le imprese straniere occupano 8.971 addetti.

Sono soprattutto imprese individuali le ditte "straniere" delle Brianza, se ne contano 4.473 (l'84,5% del totale), a cui seguono società di capitale e di persone (con quote rispettivamente pari a 7,4% e 6,7%).

Operano soprattutto nel settore delle costruzioni le imprese straniere delle Brianza, dove se ne contano quasi 2 mila, che rappresentano il 16,3% del totale delle imprese del comparto in Brianza. Tra gli altri settori rilevanti per la presenza di imprese straniere troviamo quelli del commercio e delle attività di alloggio e ristorazione che contano rispettivamente 1.287 e 523 imprese (il 7,9% e il 16,3% delle imprese totali di tali comparti).

Sono nati soprattutto in Romania e Marocco i titolari stranieri di imprese individuali operanti in Brianza (rispettivamente il 17,2% e il 16,3% del totale). Seguono gli imprenditori nati in Egitto (488, pari al 10,9% del totale degli imprenditori individuali stranieri) e quelli nati in Albania e Cina (9,1% e 7,9% del totale dei titolari stranieri). Si contano poi 197 imprenditori individuali nati in Pakistan, 157 in Tunisia e 104 nati in Germania.

Sono in gran prevalenza maschi i titolari stranieri di imprese individuali in provincia di Monza e Brianza; se ne contano 3.715, pari ad oltre l'83% del totale degli imprenditori individuali stranieri, contro le 758 titolari donne straniere di imprese individuali.

"L'interessante analisi condotta - sottolinea il segretario generale dell'Unione Artigiani di Monza e Brianza, Marco Accornero-, testimonia quanto importante stia diventando il ruolo assunto dagli imprenditori stranieri immigrati in Brianza. Qui trovano non solo possibilità di insediamento e di sviluppo, ma soprattutto una autentica cultura di impresa, vera vocazione della nostra terra, e tanti maestri dai quali imparare ed attingere conoscenze e capacità. La costante crescita di queste realtà, insieme con l'aumento degli occupati che sfiorano ormai le 10mila unità, è un indubbio segnale di come stia cambiando anche la Brianza e di come forse gli stranieri siano più flessibili e coraggiosi nell'intraprendere lavori che tanti giovani italiani disdegnano."

Monza - Unione Artigiani: entro fine anno un salasso da 2,5 miliardi di euro per le imprese brianzole

TASSE, ALLARME DELLE IMPRESE BRIANZOLE: ENTRO FINE ANNO SALASSO DA 2,5 MILIARDI DI EURO
- comunicato stampa -

A tanto ammonta il dedalo di adempimenti fiscali di novembre e dicembre, secondo una stima dell'Unione Artigiani di Monza e Brianza. Salasso che potrebbe anche essere raddoppiato se si considerassero tempo e costo spesi per risucire ad adempiere correttamente alle scadenze.

Le imprese di Monza e Brianza, tra novembre e dicembre, saranno chiamate a versare quasi 2,5 miliardi di euro di imposte, secondo una stima calcolata dall'Unione Artigiani Mb.

Tra il versamento delle ritenute Irpef dei dipendenti e dei collaboratori familiari, le ritenute in capo ai lavoratori autonomi, l'Iva, gli acconti Irpef, Ires e Irap, il versamento dell'ultima rata dell'Imu e della Tasi, le aziende dovranno onorare 25 scadenze fiscali: una media impressionante di un obolo ogni due giorni.

Secondo l'Unione Artigiani di Monza e Brianza ammontano a poco più di cento le tasse tra addizionali, bolli, canoni, cedolare, concessioni, contributi, diritti, imposte, maggiorazioni, ritenute, sovraimposte, tasse e tributi. Tra le imposte più criticate, l'addizionale regionale all'accisa sul gas naturale (che si configura come una tassa calcolata su una tassa) e l'imposta provinciale di trascrizione (che si paga alla Provincia, che dovrebbe essere stata soppressa, quando si acquista un'auto nuova).

"Il commento a questi numeri sarebbe superfluo - tuona il segretario generale dell'Unione Artigiani Mb, Marco Accornero -, se non stessimo parlando di aspetti talvolta drammatici per la quotidianità di ciascun imprenditorebrianzolo, soprattutto se piccolo come nel caso degli artigiani. Urgono provvedimenti di semplificazione perchè, al di là della pesentezza insostenibile del carico fiscale gravante sulle imprese, va rimarcato il costo nascosto, e a sua volta ormai insostenibile, che la miriade di adempimenti fiscali impone agli imprenditori. I 2,5 miliardi stimati di tasse da pagare entro fine anno potrebbero anche raddoppiare se sommassimo tutti costi sostenuti dalle imprese per adempiere al loro pagamento. Sotto questo profilo non siamo affatto un Paese civile e siamo ben lungi da qualsiasi paragone con l'Europa."

Limbiate - L’Associazione artigiani cittadina si allea con Cna e offre nuovi servizi

di Gabriele Bassani da il Giorno

DOPO 40 anni di storia di cui andar fiera, celebrati lo scorso anno, ora l’Ala, Associazione degli artigiani di Limbiate, si rinnova per stare al passo di un mondo economico in continua evoluzione, dove le Partite Iva crescono, sì «ma più come rimedio che per una precisa scelta professionale», spiega il nuovo presidente Domenico Negroni. «Oggi l’apertura di una Partita Iva rappresenta per molti ex dipendenti l’unico modo per continuare a lavorare, a volte persino per la stessa azienda nella quale fino al giorno prima erano assunti».
Così, anche per via di leggi spesso assurde, il mondo dei piccoli imprenditori si è popolato di persone che trovano sempre maggiori difficoltà nel tenersi aggiornati e a norma. «Per questo abbiamo cominciato a pensare ad un’associazione che non si limiti a fornire assistenza fiscale, ma sia in grado di affiancare il piccolo imprenditore in tutte le sue necessità, dall’accesso al credito alle norme sulla sicurezza, dalla pianificazione energetica alle consulenze tecniche, oltre ovviamente, al costante aggiornamento sulle normative e sugli obblighi da rispettare in campo fiscale e non solo».
Per essere ancora più forte e organizzata, inoltre, l’Ala di Limbiate ha scelto di confluire nella Cna di Monza e Brianza, di cui diventa una delle «colonne portanti» grazie alla sua organizzazione ben radicata sul territorio e alla sua sede con sportello Ala servizi aperto tutti i giorni in piazza Repubblica. Oggi gli associati sono circa 400: accanto ai servizi per gli artigiani in attività è stato costituito il gruppo dei pensionati, guidati da Luigi Zanantoni, mentre Alessandro Zoia, che è tra i soci fondatori, ricopre ora la carica di vicepresidente.
L’obiettivo è quello di crescere ancora diventando un punto di riferimento irrinunciabile per gli associati. «Pensiamo alla novità della fattura digitale», spiega Zanantoni. «Ora diventa obbligatoria già per chi lavora con i ministeri ma da marzo del prossimo anno sarà obbligatoria per chi fornisce beni e servizi a qualsiasi amministrazione pubblica, compresi i Comuni, le scuole. Un piccolo artigiano da solo deve affrontare costi e problemi sproporzionati rispetto alla sua attività, per questo ci siamo già attivati in modo da garantire tutto il sostegno necessario».

INTANTO si lavora all’allestimento di Expo Brianza 2014, giunto alla 34esima edizione, in programma dal 27 settembre al 5 ottobre: «È il nostro fiore all’occhiello, l’unica vera fiera rimasta per far conoscere la ricchezza delle attività artigianali della zona ed anche qui non mancheranno le novità».

50 sfumature di colore per la sfilata degli artigiani@Bovisio Masciago

23/09/2012 - 18:00 to 20:00

CINQUANTA SFUMATURE DI COLORE PER LA SFILATA DEI SARTI ARTIGIANI
OSPITE D’ONORE OMBRETTA COLLI, SOTTOSEGRETARIO ALLA MODA DI REGIONE LOMBARDIA

 
Monza, 21settembre 2012 - Cinquanta sfumature di colore per un defilè di alta moda che celebra l’eccellenza della sartoria artigiana, in concomitanza con la settimana della moda milanese.
 
Una sfilata di elevatissimo livello, organizzata dall’Unione artigiani della Provincia di Monza e Brianza, sarà l'evento clou di Expo Brianza 2012  in programma per domenica 23 settembre, alle ore 18, presso l’area espositiva di via Nazionale dei Giovi 45 a Bovisio Masciago.
Protagonisti i maestri sartori artigiani che affascineranno la passerella con creazioni di straordinaria qualità e creatività. Ospite d’onore il sottosegretario alla moda di Regione Lombardia, Ombretta Colli.
“Il defilè proporrà la bellezza del genio creativo dei sarti artigiani e la loro ineguagliabile tecnica artistica, in un susseguirsi di emozionanti e spettacolari capi d’alta moda – precisa il presidente dell’Unione artigiani, Walter Mariani, chiamato quest’anno a presiedere la più importante rassegna fieristica della Brianza -. Sarà facile individuare nella cura della perfezione e nella fantasia stilistica quell’amore per la professione sartoriale che alberga in ogni sarto dal momento che inizia a prendere le misure e ad abbozzare al modello, passando per il taglio delle stoffe più pregiate, sino all’ultimo punto di cucitura. Un insegnamento dal vivo per tanti giovani che potrebbero trovare utili spunti per una futura professione, premiato dalla presenza straordinaria del sottosegretario regionale Ombretta Colli”.
Regista della sfilata affidata al maestro Franco Prinzivalli, accademico della sartoria italiana e direttore nazionale del celebre concorso Forbici d’oro.
 
Tra i protagonisti della passerella dell’eccellenza sartoriale artigiana, figurerà anche l’Istituto di moda “Burgo”, fondato a Milano nel 1961 e che ogni anno forma modellisti, sarti, stilisti e fashion designer capaci di mantenere alto il buon nome del “made in Italy” nel mondo.
Questi i protagonisti che vestiranno le modelle con i loro pregiati capi:
 
FRANCO PRINZIVALLI, accademico della sartoria italiana,
ESPRIT NOUVEAU di Rossella Cavioni, maestra accademica dei sartori
LA NUOVA SARTORIA, realizzazioni haute couture per le spose
ATELIER LO BOSCO, sartoria teatrale, realizza abiti su misura grazie all'innovativo sistema software brevettato “Tailor’s Cut”
LUIGIA VENDOLA, prestigioso maglificio premiato con il riconoscimento dell’Eccellenza della Regione Lombardia;
MARIANNA LANZILLI, abiti su misura e interamente personalizzati, unici
ISTITUTO DI MODA “BURGO”, scuola fondata nel 1961 per sarti, stilisti, fashion designer
 
L’appuntamento è liberamente aperto al pubblico così come gli stand espositivi.

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »