Rischio Diossina

Pedemontana e rischio diossina: APL elabora due documenti conseguenti alla Caratterizzazione

Per dar seguito alle richieste emerse al tavolo tecnico in Regione Lombardia del 19-10-2016, seppur con ritardo rispetto alle tempistiche previste dall'iter, Autostrada Pedemontana Lombarda (APL) ha  elaborato e consegnato agli enti preposti due documenti conseguenti alla Caratterizzazione dei suoli contaminati dalla diossina TCDD. Si tratta dell'ELABORAZIONE DEL MODELLO CONCETTUALE DEL SITO dell'ANALISI DI RISCHIO SPECIFICA.

Il coordinamento ambientalista INSIEME IN RETE, dopo accesso agli atti, ha fatto una disamina attenta dei contenuti di questi elaborati e per dare un contributo informativo, s'è impegnato in una lettura di documenti tecnici di non facile ed immediata comprensione cercando di sintetizzarli.

Qui le mappe e i dettagli:
PEDEMONTANA, DIOSSINA E CARATTERIZZAZIONE: PRESENTATI IL MODELLO CONCETTUALE SITO E L'ANALISI DEL RISCHIO
http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2017/02/pedemontana-diossina-e.html

 

Il 16-04-014 a Meda, con Insieme in Rete, s'è discusso di Pedemontana


 
Buona partecipazione all'assemblea organizzata a Meda il 16/04/014 da INSIEME IN RETE con argomento Pedemontana.
Anche a Meda, così come a Lentate Sul Seveso, una qualificata presenza di amministratori locali, tra i quali i Sindaci di Seveso Paolo Butti, di Lentate Rosella Rivolta, di Meda Gianni Caimi, il Vicesindaco di Barlassina Raimondo Leuratti e l'Assessore di Desio Daniele Cassanmagnago. Per la concomitanza con il proprio Consiglio Comunale era assente Maurilio Longhin, presidente del Consiglio Comunale di Cesano Maderno.
Presenti anche il consigliere Provinciale di MB Elio Ghioni e il consigliere della Provincia di Milano Massimo Gatti, entrambi da tempo impegnati a seguire con costanza e assiduità la vicenda Pedemontana – come hanno dato prova anche con i loro interventi durante la serata.
Sono interventi alla serata anche i Consiglieri Regionali Corbetta e Barzaghi, con cui il nostro coordinamento ambientalista dialoga da tempo.
Vedi il resoconto e la documentazione presentata su:
http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2014/04/il-16-04-014-meda-con-insieme-in-rete.html

A Meda, il 16-04-014, incontro pubblico di Insieme in Rete sulla Pedemontana

 

Autostrada Pedemontana:
ambiente compromesso,
autostrada “a pezzi”, rischio diossina

Incontro pubblico

mercoledì 16 aprile 2014 alle ore 21
presso l’Auditorium della Scuola Anna Frank
via Giovanni XXIII a Meda.

promosso e organizzato dal
coordinamento ambientalista INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

Dopo l’iniziativa di marzo a Lentate sul Seveso il coordinamento ambientalista Insieme in Rete per uno Sviluppo Sostenibile organizza sul territorio investito dal “problema” Pedemontana un secondo incontro pubblico, questa volta nella città di Meda.
Enormi sono i problemi aperti sulla realizzazione di questa autostrada.
In primo luogo, a Meda, sarà importante affrontare nuovamente il tema diossina.
Infatti, mentre l’autostrada si affaccia a  Lentate sul Seveso, la società Pedemontana e Regione Lombardia non hanno ancora dato alcuna garanzia sul fatto che verrà ottemperata la prescrizione del CIPE n. 3 che obbliga alla caratterizzazione delle aree che, a causa dell’incidente ICMESA del 1976 furono e sono tuttora contaminate dalla diossina TCDD. Qual è il rischio reale?
Quali sono le richieste e cosa farà Insieme in Rete ?
Nell’incontro pubblico si parlerà di questo e di molto altro: della mancanza delle previste compensazioni ambientali, della promessa Green way pure a rischio e del danno ambientale prodotto non solo sulla Tratta A, pressoché ultimata, ma anche nella Tratta B1 (da Lomazzo a Lentate sul Seveso).
La Tratta B1 è, nei fatti, già avviata, con la distruzione di porzioni del Bosco del Battù di Lazzate e l’asportazione del suolo a Copreno di Lentate e Cermenate.
Quello che sta accadendo è sotto gli occhi di tutti, ma c’è ancora chi, nelle istituzioni,  cerca di non dire la verità.
Una verità che invece proclama l’assenza di una programmazione economico finanziaria sensata e, ancora più l’assenza di risorse per la realizzazione dell’opera così come era stata concepita e approvata dal CIPE.
Adesso lo scenario è completamente trasformato, adesso è il momento di dire la verità su quello che non può essere realizzato. Il re è nudo.
Quello che Pedemontana e Regione Lombardia non dicono è che i soldi non ci sono e non saranno sufficienti nemmeno se il Governo deciderà un ulteriore finanziamento dell’opera.
Continuare in questa direzione significa distruggere il territorio, realizzando in Lombardia quello che fu oggetto di scandalo in Campania e Calabria e che avremo (anzi, che abbiamo già): la Salerno Reggio Calabria.
 
E’ essenziale che i lavori si fermino lì dove sono arrivati e che gli enti preposti si facciano carico di sistemare le gravi criticità che sono state causate al territorio  riducendo quanto più possibile il danno per le comunità locali e per l’ambiente già pesantemente devastato.
 
Insieme in Rete per uno Sviluppo Sostenibile invita la cittadinanza e gli amministratori a parlarne insieme

AllegatoDimensione
assMeda16-04-014verrossablog.jpg552.46 KB

Insieme in Rete: Regione Lombardia ignora l'attuazione della Mozione su Pedemontana e Rischio Diossina


http://www.infonodo.org/sites/default/files/autostrade%2Bdiox_1.jpgIn Regione Lombardia, in applicazione ad una comunicazione del Presidente Maroni sullo "Stato d'Attuazione degli adempimenti previsti dagli atti di indirizzo politico approvati dal Consiglio Regionale terzo trimestre 2013", è stata presentata dall'ufficio incaricato, la documentazione relativa all'attuazione di Mozioni, Ordini del Giorno e Risoluzioni approvate dal Consiglio Regionale.
Il Consigliere Regionale dell'M5S, Gianmarco Corbetta ci ha aggiornato in merito, inviandocene il testo.
Fra gli atti monitorati, c'è anche la MOZIONE SU PEDEMONTANA E RISCHIO DIOSSINA del 17/09/013.
La Mozione IMPEGNAVA la Giunta Regionale, il Presidente del Consiglio Raffaele Cattaneo ad attivarsi per una serie di azioni.
Il documento di monitoraggio sull'attuazione di questa Mozione è a dir poco scoraggiante risultando infatti un capolavoro di superficialità e inadempienza.

Per il documento di monitoraggio sulla Mozione 72, i commenti di INSIEME IN RETE e per il testo della lettera di protesta del Consigliere Corbetta, che oltre a evidenziare i mancati adempimenti, riprende anche la Diffida Legale dei gruppi di Insieme in Rete,  e per la lettera della Consigliera del PD Laura Barzaghi,
vai al link:
http://sinistra-e-ambiente-meda.blogspot.it/2014/01/monitoraggio-della-mozione-regionale-su.html

Nel frattempo ........... presentato alle amministrazioni interessate il progetto della tratta B1 dell'autostrada.

AllegatoDimensione
autostrade+diox.jpg169.26 KB

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »