Politica

Elezioni: faccia a faccia sull'immobiliare

Tre giorni prima del voto, in chiusura di campagna elettorale, si volgerà a Monza il faccia a faccia forse più importante per il tema posto sul tappeto della sfida tra Mariani e Faglia. L’incontro che si terrà giovedì 24 maggio 2007 alle ore 10,00 presso l’Associazione Industriali di Monza e  Brianza, ha per  titolo: “Quale sviluppo immobiliare per le aree urbane della nuova  provincia di Monza e Brianza? (Promuovere, valorizzare e riqualificare il territorio: attori e ruoli)". Dopo il saluto di Carlo Edoardo Valli, Presidente degli industriali brianzoli, interverranno costruttori, operatori immobiliari tra cui:  Valentino Giambelli (costruttore), Pietro Luigi  Ponti (Assessore della  Provincia di Milano con delega alla nuova provincia di Monza Brianza),  Massimo Ponzoni (Assessore della Regione Lombardia). Alle ore 12,30 è previsto il confronto elettorale tra i candidati delle due coalizioni di centro destra e centro sinistra. Moderatore del confronto sul tema che sta sicuramente più a cuore ai “grandi elettori” della città, il direttore-editore del freepress “QuiCasa”,  Giovanni Pivetta. I posti in sala sono circa 200; forse era il caso,dato il tema, di prevedere  una sala più capiente.

ForumMonza: 

Elezioni: il PD schiera i leader

Il voto amministrativo di Monza si avvicina e il centro sinistra che sostiene il ricandidato Faglia si prepara a calare gli assi di briscola in un finale di partita che vedrà presenti a Monza i principali leader nazionali del futuro Partito Democratico. Si comincia martedì 22 maggio con il sindaco di Roma "santo subito"  Walter Veltroni, atteso in Piazza Roma alle ore 16 . Il "giovane" e più accreditato erede di Romano Prodi tirerà la volata al suo ex (?) segretario, Piero Fassino, che invece sarà a Monza, per un comizio in piazza Roma, giovedì 24 maggio alle ore 21. L'ultima carica del centro sinistra  verrà infine guidata (ma non è certo, si attendono conferme) dall'altro "giovane"  democratico, Enrico Letta, venerdì 25 maggio, sempre in Piazza Roma alle ore 21. Poi calerà il silenzio.

ForumMonza: 

Cortocircuito mediatico (o mentale?)

Lo ammetto, una delle ragioni che mi hanno portato già pochi giorni dopo la sua elezione nel 2002, a non amare prima e ad avversare poi, Michele Faglia sindaco (la persona non è in questione) è la sua naturale arroganza.Un mix di disattenzione, presunzione, disinteresse per quello che non capisce, che lo porta spesso a fare (quasi sempre senza rendersene conto) delle scelte e a dire delle cose, rivelatrici della sua inadeguatezza come politico e come leader. Un perfetto esempio di questa qualità negativa è il suo ultimo manifesto elettorale. Un poster che conclude idealmente la campagna di affissioni basata sullo slogan recitato dai suoi amici: "Ci piace questa Monza", e che lo mostra tirato a lucido e molto sicuro di sè mentre afferma: "A Monza piace questo sindaco". Che faccia di bronzo, neanche Berlusconi, che in quanto a vanità non scherza, c'era mai arrivato prima d'ora. Ma si, cosa stiamo a fare le elezioni?  Faglia ha già deciso che lui piace a tutti i monzesi, dunque smettiamola di perdere tempo, rieleggiamolo per acclamazione e arrivederci. Ai monzesi questo sindaco piace e se lo dice lui stesso c'è da credergli. Mariani e gli altri si facciano una ragione.

ForumMonza: 

Turchia-Italia,chi è più civile?

La Turchia laica e moderna dice no all'integralismo religioso e al tentativo di introdurre nel Paese la teocrazia basata sulla legge coranica. Oltre un milione e mezzo di persone sono scese in piazza oggi a Smirne per protestare contro il governo filoislamico del premier Tayyp Erdogan, in vista delle elezioni di luglio. In giornata i manifestanti dovrebbero arrivare a due milioni, ritengono gli organizzatori della manifestazione tesa a riaffermare la laicità dello stato. Le strade e gli edifici della seconda città più grande del Paese sono state coperte da un mare di bandiere rosse e di ritratti di Mustafa Kemal Ataturk, il fondatore del moderno Stato secolare. "La Turchia è laica e rimarrà laica - dicono i manifestanti - no alla shaaria (il diritto islamico)". Ieri in un'Italia poco laica e poco moderna oltre un milione di persone sono scese in piazza, portando la croce, sventolando le bandiere del Vaticano e inneggiando al Papa, per protestare contro un progetto di legge dello Stato che allarga le libertà civili e riconosce le coppie di fatto. Mai come in questo momento, con un governo pieno di comunisti e di democristiani, la laicità dello Stato nel nostro Paese è stata così fragile.

ForumMonza: 

Partito Democratico a due piazze

Attesi almeno 100mila italiani domani al Family Day, la manifestazione indetta dai cattolici a favore della famiglia che si terrà a Roma in Piazza San Giovanni. Sono 450 le associazioni che hanno aderito, 8 i treni prenotati, 3.000 i pullman. Per favorire la partecipazione delle famiglie, nella piazza ci saranno 8 "baby gazebo" con quel che serve per cambiare i bambini e preparare loro da mangiare, clown e trampolieri per intrattenerli. Sul palco, dalle 15 alle 18, si alterneranno le storie raccontate dalle famiglie e dai loro bambini, i saluti dei testimonial dell'evento, due concerti di Antonella Ruggero e Povia, l'attore e regista Giulio Base, con un monologo su famiglia e amore, Carlo Pastori, comico della trasmissione Zelig. I Radicali e i socialisti dello SDI, RC, Verdi e altri laici, si riuniranno invece in Piazza Navona per festeggiare i 33 anni della vittoria contro l'abrogazione della legge sul divorzio, che ha fatto dell'Italia un Paese più civile e commemorare l'omicidio della femminista Giorgiana Masi avvenuto nel 1977 per mano delle squadre speciali dell'allora ministro dell'Interno, Francesco Cossiga. La giornata di domani vedrà il sedicente Partito Democratico andare in piazza diviso: Margherita, Udeur e Italia dei Valori a San Giovanni, quel che resta della sinistra laica e socialista a Piazza Navona. I DS invece si chiudono in casa nel tentativo di salvare l'ectoplasma prodiano di cui sembrano essere rimasti i soli sostenitori.

ForumMonza: 

Politica a Monza: passeggiate e pic nic

Si diceva un tempo: "la campagna elettorale non è una passeggiata" oppure "la battaglia politica non è una merenda sull'erba". Un tempo, quando i mulini erano bianchi, forse era così, oggi no, è vero il contario. Leggere per credere i siti dei due massimi sfidanti alla carica di sindaco di Monza. Sul sito di Marco Mariani, ex sindaco leghista e campione del centro destra monzese, una news dinamica (la striscia che scorre sotto la testata) ci informa che domani 8 maggio, alle ore 18, Silvio Berlusconi e Marco Mariani, passeggeranno a braccetto per il centro cittadino (circondati dal solito plotone di body guard che il Cav si porta appresso) attraversandolo dal Ponte dei Leoni all'Arengario per finire poi la loro "marcia su Monza" in Piazza Duomo. Su quello del ricandidato sindaco invece si legge che  domenica 13 maggio 2007 a partire dalle ore 12, Michele Faglia, invita i cittadini a un picnic al Parco. Appuntamento alla "Voliera per umani", cioè quella specie di cestone da 70mila euro nel quale vanno a sedersi quelli che non sanno volare, ma vogliono sentirsi uccelli anche rimanendo rasoterra.

ForumMonza: 

Consiglio, ultima corvée

Stasera a Monza si terrà un Consiglio comunale straordinario. La legge prevede, infatti, che il Consiglio possa essere convocato  anche durante la campagna elettorale per motivi urgenti e indifferibili. I punti all'ordine del giorno sono: 1) La ratifica dell’Accordo di Programma del Rondò dei Pini fortemente modificato per le parti pubbliche. L’accordo prevede la realizzazione della sede della Nuova Provincia di Monza e Brianza; il nuovo Palazzo delle Entrate ( attualmente in via Passerini che diventerà, con lo spostamento, la nuova Prefettura di Monza e Brianza) ; la sede della Finanza; la Questura; la sede della Fiera di Monza e Brianza. Ratifica perché l’accordo è già approvato con gli altri Enti e non può essere modificato dal Consiglio, ma approvato o bocciato. Urgente perché entro trenta giorni dalla approvazione regionale il Consiglio deve ratificare la decisione. 2) Piano degli orari della città (Legge 53/2000 e legge r. 28/2004). Quello sottoposto al Consiglio è la prima parte del Piano, il programma e l’organizzazione dello stesso. Il Piano si propone: di conciliare in tempi di vita e degli orari di lavoro; affrontare l'accessibilità ai servizi sul territorio e in rete, riqualificazione dello spazio pubblico, definire la mobilità sostenibile. In questo caso l’urgenza è determinata dal fatto che l’approvazione del Consiglio consente di reperire ulteriori finanziamenti messi a disposizione dalla Regione che altrimenti andrebbero persi.

ForumMonza: 

I DS presentano il programma di Faglia

Sul suo nuovo ed elegante sito internet, la pagina "programma"  mostra ancora il cartello "lavori in corso", ma da oggi circola in rete un programma firmato Michele Faglia, diffuso dei DS di Monza, anzi dal loro segretario, Giuseppe Civati. E' un programma elettorale di 40 pagine  che contiene ovviamente di tutto e di più, quasi come quello di 280 pagine diffuso dall'Unione prodiana l'anno scorso, la cui gestazione si deve, stando alla lettera di accompagnamento di Civati, oltre che ad Aristotele, soprattutto a Roberto Scanagatti e Luca Imeri. Ed è forse per questo forte contributo di idee che il programma "partecipato e condiviso" viene oggi diffuso dai Democratici di Sinistra (ma non si sono sciolti?) e non dal suo firmatario o dalla sua lista. "E' un programma ricco di proposte e di progetti, capace di offrire ai nostri concittadini un'idea complessiva e coerente di città - scrive Civati -. Una città, la nostra, uscita da un torpore più che decennale...". Un torpore decennale, che comprende anche gli ultimi cinque anni? Questo lapsus freudiano svela più di tanti discorsi e citazioni dotte il vero pensiero del "migliore" monzese, il quale sa bene che dal 2002 a oggi,  l'amministrazione di centro sinistra che doveva "rivoltare Monza come un calzino" ha invece dormito a lungo e realizzato molto meno di quanto promesso.

ForumMonza: 

l'Unione vince al primo turno, lo dice Crespi

Il centro sinistra vincente al primo turno col 50,8% dei voti,  mentre il centrodestra si ferma al 44,4%.Faglia in testa col 48,8%, stacca Mariani di oltre quattro punti, ma è costretto al ballottaggio. Questo il clamoroso risultato del sondaggio telefonico effettuato da Ekma Srl  tra il 23 e il 24 aprile su un campione di 500 persone estratte da un universo di riferimento di 103.379 elettori. Secondo la rilevazione, pubblicata sul sito ufficiale dei sondaggi politici ed elettorali della Presidenza del Consiglio dei Ministri www.sondaggipoliticoelettorali.it , agli altri sei candidati in lizza resterebbe il rimanente 7,2% dei consensi. Se il sondaggio venisse confermato il 27-28 maggio dagli elettori monzesi si andrebbe dunque al secondo turno con un centrosinistra già padrone del Consiglio comunale, ma con un candidato sindaco alla ricerca di voti aggiuntivi per rimanere in sella.Il sondaggio di Ekma smentisce dunque le opinioni di molti osservatori politici che in questi giorni davano Faglia vincente al primo turno mentre la sua coalizione veniva giudicata perdente rispetto a quella di centrodestra, accreditata di un netto vantaggio. Insomma, uno scenario completamente rovesciato che lasciava intravedere il rischio di ingovernabilità. Ma quale attendibità ha il sondaggio che scommette su questo clamoroso risultato? Cerchiamo di capirlo rispondendo innanzi tutto alla domanda: chi è Ekma? La società è il risultato dell'unione delle esperienze nel settore delle ricerche di Luigi Crespi, esperto in comunicazione, marketing politico e Natascia Turato, direttore di ricerca, già fondatrice di Datamedia con Crespi nel 1987. Il sondaggista, prima di cadere in disgrazia (arrestato nel 2005 per il crac da 35 milioni di euro della sua società HDC) è stato a lungo consulente di Berlusconi, inventore del famoso "contratto con gli italiani" e dello slogan vincente "meno tasse per tutti". Fino all'89 funzionario del PCI milanese, Crespi era diventato un uomo del Cavaliere nel 1993. Dieci anni più tardi è diventato famoso a Monza "cannando" clamorosamente nel 2002 le previsioni elettorali a favore di Radice, che come è noto venne battuto proprio da quel Michele Faglia che oggi viene da lui indicato come il probabile vincitore. Questi i fatti, per quanto riguarda l'attendibilità del sondaggio giudicate voi.

ForumMonza: 

Cybercrime contro Insieme per Monza

La campagna elettorale diventa sempre più calda e si registrano purtroppo le solite squallide manifestazioni di intolleranza politica contro questo o quel candidato. Dopo i manifesti della CdL strappati da ignoti è la volta del pesante attaco informatico sferrato contro il sito internet di Insieme per Monza (www.insiemepermonza.com) nella tarda serata del 24 aprile. Un atto di criminalità on line che da ieri ha messo fuori uso il sito del movimento di Giampietro Mosca. I tecnici stanno cercando di ripristinarlo in queste ore: "C'erano già stati due tentativi di intrusione il 2 e l'11 aprile, ma in quelle occasioni il sistema ha retto. L'altro ieri sera però non ce l'ha fatta e l'estraneo è riuscito ad entrare" dice Massimiliano Meloni, web master dell'associazione."Hanno creato un accesso anonimo, hanno cambiato i permessi e sono entrati nelle cartelle mettendo sotto sopra tutti i contenuti". I delinquenti informatici hanno cercato di mascherare la loro provenienza firmandosi "turkish hakers", ma il fornitore di connettività del sito è riuscito ad appurare che i "pirati" venivano da più vicino, da Monza o da Vimercate. Nemici politici brianzoli, dunque. "Una brutta storia che rivela tutta l'inciviltà di chi ha compiuto questo gesto - ha commentato Mosca -. Il sito sarà rimesso in linea entro domani e provvederemo a dotarlo di nuovi strumenti di sicurezza per evitare altre invasioni"

ForumMonza: 

PD, il centrosinistra che guarda al centro

L'Italia è stata governata e dominata per 45 anni dalla DC, che si definiva un grande partito di centro "che guardava a sinistra". Oggi il nuovo PD, il "compromesso storico bonsai" come lo chiamano i detrattori socialisti, è un partito di centrosinistra "che guarda al centro". Un partito di dimensioni moderate, come le sue idee, che reaccoglierà, secondo un recente sondaggio di IPR Marketing, pubblicato oggi da Repubblica, solo il 26,5 per cento dei suffragi. Gli elettori del centro sinistra hanno le idee chiare: il 45 per cento ritiene il Pd un partito di centrosinistra spostato al centro, mentre l'11 lo vede come un partito di sinistra e il 19 un'aggregazione di centrosinistra ma che pende più verso la sinistra. Con gli elettori della Margherita che lo vedono più di centro mentre quelli dei Ds più di sinistra. Il leader preferito del PD non è Prodi, ma Walter Veltroni, scelto dal 21 per cento del totale del campione e dal 33% di coloro che hanno dichiarato l'intenzione di votare per il Pd. Segue, un po' a sorpresa, Piero Fassino con, rispettivamente il 14 e il 22 per cento; subito sotto si colloca Francesco Rutelli che colleziona il 13% del totale del campione e solo l'11% dei futuri elettori del Pd.

ForumMonza: 

Le puzze di San Rocco si candidano con Faglia

Il partito delle puzze (e dell'inceneritore) di San Rocco partecipa alle prossime elezioni amministrative di Monza, e si candida nella lista di Michele Faglia. La notizia è ufficiale: tra i "magnifici" quaranta che compongono la lista personale del sindaco uscente c'è anche lui, l'ingegner Pier Carlo Beretta, Presidente di ALSI, la società consortile proprietaria del fetido impianto di depurazione i cui odori pestilenziali vengono respirati da anni dai i cittadini del quartiere. Gli abitanti di San Rocco si chiedono incuriositi: chi mai voterà per l'esimio ingegnere? Gli elettori della zona 3 probabilmente no, ma l'ingegnere potrà contare su altri voti che verranno fatti convergere su di lui. Il giro del fumo al quale egli appartiene, infatti, è quello della filiera energia-rifiuti che a Monza e in Brianza è saldamente nelle mani di CL, il movimento politico che fa capo a Formigoni e, a Monza, al suo plenipotenziario Vittadini. Il 27 maggio, dunque, assisteremo allo strano fenomeno (in politica però è abbastanza comune) di centinaia di voti ciellini che andranno a sostegno del sindaco di centro-sinistra. Perché quando ci sono di mezzo dei business miliardari come quello del depuratore-inceneritore (con produzione di energia) la politica diventa una cosa troppo seria e a scendere in campo è la vecchia diplomazia segreta degli accordi sotto banco tra i poteri che contano. Viva Monza più viva.Viva le Giovani Marmotte.

ForumMonza: 

Mariani pubblica il programma

"Abbiamo, per MONZA, molte idee, molti progetti, ma occorre che le idee diventino fatti e occorre che i progetti si realizzino. Abbiamo innanzitutto il valore della concretezza, perché le parole sono importanti, ma ciò che vogliamo per questa città è un reale, visibile, tangibile cambiamento". Comincia così la premessa al programma che la Casa delle Libertà presenta ai monzesi per sollecitare il loro voto alle elezioni comunali del 27-28 maggio. Nella gara elettorale, finora, i primi a pubblicare un programma e sottoporlo agli elettori (forse troppo presto) sono stati Giampietro Mosca e Insieme per Monza, ma nella sfida tra destra e sinistra, il comitato che sostiene Mariani sindaco, è sempre stato in testa per le iniziative di comunicazione. Ha cominciato con i manifesti e prosegue con il sito internet sul quale oggi è finalmente comparso il "Programma" definitivo del  candidato del centro destra. Sul nuovo sito del comitato Faglia sindaco, invece, la pagina del programma è rubricata ancora come "lavori in corso" e gli elettori dovranno attendere la sua pubblicazione per farsi un'idea e valutare le due offerte politiche.

ForumMonza: 

Partito Democratico: un matrimonio e un funerale

L'Assemblea dei delegati del quarto (e ultimo) congresso Ds ha approvato a maggioranza il dispositivo che dà il via libera alla fase costituente del Partito democratico. Come aveva già annunciato, la terza mozione guidata da Gavino Angius, ha votato contro. Anche molti delegati della seconda mozione di Fabio Mussi, rimasti fino alla fine dei lavori, hanno votato contro.Tra addii e lacrime, ricordi giovanili in motocicletta (D'Alema, Mussi e il Manifesto sulle colline pisane), impegni e promesse, la nave del Partito Democratico ha lasciato il porto dei Ds ed è uscita in mare. Per fare cosa, per andare dove, per costruire quale forza politica? Di preciso ancora non si sa, ma navigare necesse. "Il Partito Democratico serve per dare all'Italia una grande forza riformista che guidi il Paese verso la stabilità, in modo da garantirgli di diventare più forte e più giusto e da superare le attuali frammentazioni". ha detto Piero Fassino dal palco di Firenze nelle sue conclusioni e lo ribadisce nelle interviste  ai giornali. Insomma "Uniti si vince" come ripete quando non sa più cosa dire Pioltelli. Nel suo primo intervento il segretario uscente del partito aveva detto parlando della futura formazione riformista che: "Sarà un partito nuovo che nasce per costruire insieme un mondo più libero e solidale". Non bastava per questo rimanere socialisti?

ForumMonza: 

Rinasce a Fiuggi il PSI

"Cari compagni e care compagne. Qui a Fiuggi, quattro anni dopo la nascita dello Sdi, 104 anni dopo la nascita del partito socialista e tredici anni dopo la "morte" di quello di Craxi, nasce di nuovo il partito socialista italiano". Lo ha affermato Enrico Boselli agli ottocento delegati del V° congresso straordinario dello Sdi. Boselli  ha detto abche che  il nuovo partito si chiamerà come si è sempre chiamato dal 1983, dal congresso di Reggio Emilia, e cioè "Partito Socialista Italiano, pi-esse-i". L'assemblea costituente ci sarà a ottobre, darà vita a una formazione "laica e riformista" che si richiama "alle prospettive del socialismo democratico europeo" e "aperta ai radicali e ai socialisti della diaspora". Porterà con sé, quindi, Gianni De Michelis, Rino Formica e Bobo Craxi.

ForumMonza: 

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »